Game of Thrones: Recensione e riassunto dell’episodio 8×02 – “A Knight of the Seven Kingdoms”

Game Of Thrones: Recensione e riassunto del secondo episodio.

Ci siamo lasciati la scorsa volta con la rivelazione di Sam a Jon Snow, confermata da Bran, e siamo rimasti una settimana in attesa di vedere come avrebbe affrontato l’argomento con Dany! E ancora con il primo incontro tra Bran e Jaime, infatti dal giorno dell’incidente i due non si erano mai più rivisti ed entrambi ancora custodiscono quel segreto così ingombrante. Dopo anni, si ritrovano faccia a faccia, è ancora vivido il ricordo del ragazzo che viene gettato dalla finestra della torre per aver assistito alla relazione tra J e la sorella Cersei, allora moglie del re Robert Baratheon.

Attenzione: SPOILER

Alla visione di questo secondo episodio siamo dunque carichi di aspettative, ma le due Big news alla fine vengono risolte abbastanza rapidamente. Bran e Jaime parlano da soli davanti all’albero-diga, J chiede scusa ma a Bran poco interessa (anche perché non è più Bran ormai).
Per la seconda rivelazione dobbiamo aspettare quasi fino alla fine della puntata: molto tranquillamente Jon racconta tutto a Daenerys la quale si meraviglia del fatto che solo Sam e Bran conoscano la verità (fatti due conti). Bran dice di averlo visto, ma D non crede ancora nei suoi poteri. In lei serpeggia il dubbio della verità, ma soprattutto la sorpresa che traspare dal suo volto: 1 “sono tua zia”, 2 “devo darti il comando”.
In questo clima di ansia e di pathos, creato dall’attesa per la battaglia, a smorzare i toni è sempre Tormund, l’unico personaggio che ci fa fare due risate. Davanti al focolare, in attesa di essere chiamati alla battaglia, insieme a Jaime, Tyrion, Brienne, Podrick e Ser Davos, orgoglioso ci dà spiegazioni del perché venga soprannominato The Giantsbane. Poi Podrick ci delizia con un canto, che, a me personalmente, ha ricordato quando Peregrino Tuc, a servizio di Denethor (Il Signore degli Anelli – Il Ritorno del Re), canta la malinconica canzone mentre al di là delle mura di Gondor, Faramir parte per una “missione suicidio”.
In sostanza le aspettative per la seconda puntata erano alte e si è rimasti con l’attesa della imbarazzante rivelazione fino all’ultimo minuto, a cui però, secondo me, non è stata data la dovuta importanza e soprattutto non si è capito se Daenerys era più scioccata per l’essersi innamorata del nipote o per il fatto di dover lasciare l’Iron Throne a lui.
Cosa ne pensate? Mentre ragionate e commentate, vi lascio al riassunto del secondo episodio.

RIASSUNTO GOT 8X02

Jamie è al cospetto di Daenerys, lei gli racconta di aver giurato di uccidere l’uomo che aveva assassinato suo padre e chiede spiegazioni del perché sia giunto da solo e senza una armata a combattere contro i White Walkers, lui risponde che la sorella e Regina Cersei ha mentito a loro e a lui, e prosegue dicendo: «se anche noi dovessimo sconfiggere i non morti, lei avrebbe abbastanza uomini da distruggerci».
«Noi?» chiede Daenerys.
Jamie è infatti intenzionato a mantenere la sua promessa fatta, anche se la sorella si è rifiutata di mandare il suo esercito, spiega inoltre del perché sia venuto da solo nonostante tutto «Perché questo va al di là della fedeltà. Questo riguarda la sopravvivenza».
Jon lapidario e pratico interviene dicendo che hanno bisogno di tutti gli uomini che possono avere, per tanto Jamie viene accettato.

Bran attende Jaime all’albero-diga, lui chiede scusa mostrandosi profondamente dispiaciuto e cambiato nell’animo. Bran, non si mostra interessato alle scuse e risponde che se lui quel giorno non lo avesse spinto fuori dalla finestra della torre adesso sarebbe ancora Brandon Stark, J rimane sorpreso della risposta e domanda chi è ora. «Sono altro».
Intanto Daenerys e Sansa, si confrontano sulla vicinanza della Regina dei Draghi al fratello. Sansa risponde che lui la ama, lei lo sa, e che gli uomini fanno cose stupide per l’amore e si lasciano manipolare facilmente. Daenerys risponde che nella sua esistenza ha sempre avuto un solo scopo: quello di riprendersi l’ lron Throne, la sua guerra è sempre stata contro le persone che hanno ucciso la sua famiglia, ma poi è arrivato Jon e lei ora è lì al suo fianco. «Sono qui perché amo tuo fratello».
«Chi è stato il primo uomo?»
«Uno più alto…» (e tutti si ricorderanno di chi sta parlando).
Le due si separano quando Sansa chiede cosa ne sarà del Nord una volta che lei diventerà Regina, loro hanno combattuto per la loro indipendenza e non vogliono tornare come prima.
A Winterfell arriva Tormund e i pochi uomini rimasti, i quali rivelano che la Famiglia Umbers combatte ora per Il Re della Notte ed hanno poco tempo a disposizione: prima dell’alba.
They are coming…
Winterfell si prepara ad organizzare la difesa e Bran rivela che stanno arrivando per lui.
«Perché?»
«Io sono la sua memoria… siamo legati, lui sa dove mi trovo e io so dove si trova lui».

Davanti al fuoco, Jaime e Tyrion si ritrovano a parlare come fratelli, prima della battaglia che li condurrà a morte certa, si aggiunge Brianne con Podrick e Ser Davos con Tormund. Quest’ultimo racconta perché venga soprannominato The Giantsbane, sotto gli occhi basiti degli altri: a soli 10 anni ha ucciso un gigante e poi è stato allattato dalla moglie per 3 mesi come fosse suo figlio, per quello è cresciuto così forte, perché ha bevuto latte di gigante.
Tyrion chiama Brienne con il titolo di Lady in quanto essendo donna non può essere fatta cavaliere. Jamie si alza e afferma che non serve un Re per fare di un uomo un cavaliere, basta un altro cavaliera e la invita ad iginocchiarsi. Brienne piena di commozione viene nominata Ser Brienne e realizza il suo sogno.
Intanto, il figlio illegittimo dell’ex Re Robert, Gendry, porta ad Arya l’arma che gli era stata commissionata e lei gli chiede di esaudire un altro suo desiderio, quello di poter stare con un uomo almeno una volta, prima di morire. I due passano insieme la notte.
Mentre Podrick canta una canzone, passano le drammatiche immagini di Winterfell e degli attimi prima della battaglia, i saluti tra i familiari, gli ultimi abbracci…

Daenerys raggiunge Jon nella cripta di famiglia, lui è davanti la statua di Lyanna Stark, finalmente i due possono confrontarsi.
Jon rivela che Rhaegar Targaryen era segretamente sposato con Lyanna, la quale in punto di morte chiede al fratello, Ed Stark, di proteggere suo figlio ed allevarlo come suo illegittimo, il vero nome del bambino era Aegon Targaryen, dunque il legittimo erede al trono.
Daenerys rimane scioccata dalla rivelazione, ma i due non riescono a terminare poiché vengono interrotti dal suono della tromba.
They are coming…

Giulia Guglielmi Maes
FOTO: MONDO FOX

GUARDA ANCHE:

Game of Thrones – Promo episodio 8×03

Precedente Game of Thrones - Sottotitoli episodio 8x02 Successivo Station 19 - Sottotitoli 2x14 + Promo 2x15

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.