Quanto è importante il sesso nelle serie TV?

La riflessione odierna potrà risultare un po’ “piccante”, ma parte da un’idea di fondo. Le serie TV sono un prodotto di enorme popolarità, divenuto quasi tratto caratterizzante e distintivo delle generazioni più giovani. E sono un prodotto che, per ottenere consensi su larga scala, deve rispettare determinati canoni e assecondare le aspettative consolidate del pubblico a cui si rivolge.

Un aspetto caratteristico della maggior parte delle serie tv – specialmente quelle rivolte a un audience più giovane e meno sofisticato – è la grande attenzione alla dose di sensualità delle scene. Chiaramente non stiamo affermando nulla di trascendentale o rivoluzionario. Da sempre si dice che per vendere il sesso è uno degli elementi fondamentali e il mercato delle Serie TV non fa eccezione. Ma, d’altra parte, farà sicuramente piacere realizzare un’analisi di quanto e perché venga utilizzato il fattore sesso (da intendere in senso lato) per promuovere e far apprezzare uno show televisivo.

Partiamo, però, da un dato rilevante che si pone in netto contrasto con la posizione precedente affermata, ovvero sia che, nel mondo televisivo attuale, in cui si moltiplicano le produzioni e si cerca di stupire sempre di più, il sex appeal dei protagonisti e le scene di sesso non sembrano il punto focale di attenzione degli ultimissimi anni. Sembra, infatti, rilevarsi una tendenza a prediligere altri punti focali per conquistare un pubblico sempre più intelligente, navigato ed esigente.

Tuttavia il sesso è una componente che quasi mai manca da una serie e ricordare una intera stagione di una serie di successo senza nemmeno una scena bollente è alquanto difficile. Ma perché a noi, fedelissimi spettatori delle serie, attirano così tanto le scene più piccanti?

Come sempre, quando si tratta di analizzare l’antropologia e l’attitudine del pubblico televisivo non possiamo certo fornire risposte oggettive e certe, ma possiamo sicuramente avvicinarci al problema.

Innanzi tutto bisogna partire dal fatto che noi tutti tendiamo ad immedesimarci nei protagonisti delle serie e, di certo, non ci fa storcere il naso l’idea di una vita sessuale – il più delle volte – intrigante, stimolante e, persino, avventurosa. Oltre a questa prima risposta, chiaramente possiamo far riferimento al fatto che gli attori danno il volto a un prodotto, sono il vero e proprio marchio di fabbrica di una serie e il loro sex appeal dà un tocco in più a un prodotto, lo aiuta a renderlo più seducente nei confronti di chi non ha ancora conosciuto la storia.

Pensiamoci un attimo? Quanti avrebbero iniziato a guardare The Vampire Diaries se, al posto degli ormai stereotipici vampiri belli e impossibili, avessimo avuto dei vampiri “normali”, se non bruttini. Ma TVD è forse un caso eccezionale, dal momento che la serie fa del sex appeal del cast forse uno degli elementi fondamentali. Ma possiamo pensare anche ad altri esempi e immaginare cosa sarebbe potuto succedere se in The Big Bang Theory il gruppo di nerd più simpatici della televisione non fosse stato affiancato dalla presenza della giovane e bella Kaley Cuoco. Quanto meno potremmo ipotizzare che lo show avrebbe fatto breccia in un pubblico più ristretto.

C’è anche da dire che spesso le scene di sesso, nelle Serie TV che narrano di vita possono anche risultare momenti culminanti di intere storyline, al punto da far gridare alla gioia gli spettatori nel momento in cui i personaggi, da sempre amati, decidono di far diventare la loro relazione più intima.

Per contraltare, però, c’è da dire che, a volte, si esagera. E che magari ci sarà capitato spessissimo di imbarazzarci quando qualcuno ci ha visti guardare scene decisamente hot alla TV.

In alcuni casi il sesso è stato elemento fin troppo sovrabbondante, la cui trasposizione sullo schermo si è rivelata finanche superflua, come nel caso di Game of Thrones. Non a caso Emilia Clarke aveva dichiarato di voler dire addio alle scene di nudo, per concentrarsi su altre doti recitative, magari più raffinate del semplice denudarsi.

E in alcuni casi il sesso è stato anche un elemento straniante, che quasi ha disorientato i telespettatori, creando rapporti difficili da credere nello svolgimento e nel progredire delle relazioni fra i personaggi del TV Show. E, a tal riguardo, faccio riferimento a Grey’s Anatomy, dove si è dipinto un ambiente lavorativo in cui tutti si erano conosciuti in un modo molto approfondito.

Vi sono, però, casi in cui il sesso si miscela perfettamente al contesto e agli altri elementi, divenendo vera e propria ciliegina sulla torta, ultimo tassello di un progetto perfettamente equilibrato, come per esempio in How to Get Away With Murder, definito – non a caso – come thriller giudiziario “sexy”. E qui le scene più calde e sfrontate non colmano lacune di trama, ma rendono più vivido un prodotto stimolante sotto tutti i punti di vista.

E, quindi, tirando le somme di questa spensierata e spassionata riflessione, non possiamo fare a meno di riconoscere quanto sia importante anche un elemento prosaico come il sesso, dovendo ammettere a noi stessi che spesso l’attrattività dei personaggi o i toni più spinti di un determinato TV Show sono risultati elemento determinante per farci appassionare e seguire con interesse le storie narrate sul teleschermo.

Precedente The last man on Earth - Sottotitoli 3x17 - 3x18 (Season Finale) Successivo Riverdale: Recensione 1x12 "Anatomy of a Murder" - La scioccante scoperta dell'assassino di Jason Bloom

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.