This is Us – Come finisce la serie? Ecco cosa succede nell’episodio 6×18

Quindi, come finisce la storia dei Pearson?

Sciocco! Se hai guardato This Is Us nelle ultime sei stagioni, sai già la risposta: la storia dei Pearson non finirà mai! Dopotutto, come ci ha detto Kevin nella prima stagione, “Penso che forse sia il punto di tutta la faccenda. Non c’è morte. Non c’è nessun tu, o me, o loro… Siamo solo noi. E questa cosa sciatta, selvaggia, colorata, magica che non ha inizio, non ha fine, è proprio qui? Penso che siamo noi.”

Il finale della serie della NBC serve come un epilogo tranquillo per il suo splendido penultimo episodio, “The Train”, che ha visto la morte della matriarca della famiglia Pearson Rebecca. Insieme, le due puntate servono come un perfetto addio per uno show che è rimasto fedele a se stesso per tutta la sua corsa di sei stagioni.

INNO PER IL FINE SETTIMANA | In un flashback, Rebecca dorme di sabato mattina, e Jack la sta guardando. Egli nota una cicatrice sotto il sopracciglio che non ha mai visto prima; lei gli racconta di come, quando era piccola, suo padre la portava in un parco giochi e la spingeva sulle altalene. Un giorno, il suo orologio entrò accidentalmente in contatto con la sua faccia mentre girava la testa, lasciando il taglio che sarebbe diventato la cicatrice. Lei pensa che essere spinta in quell’altalena da suo padre “era la mia cosa preferita in tutto il mondo”, ma che spesso trovava difficile essere presente, perché si preoccupava di quando avrebbero dovuto fermarsi e tornare a casa. “Vorrei davvero aver speso più tempo ad apprezzarlo quando tutto stava accadendo, piuttosto che preoccuparmi di quando sarebbe finita”, dice dolcemente.

Quando ha finito di ricordare, si rendono conto che hanno un sabato molto raro, completamente privo di impegno davanti a loro. “Cosa dovremmo fare?” si chiede. “Niente”, dice Jack. “Niente sembra così bello! “, risponde felicemente.

Poi si vede un montaggio di Jack e Rebecca che spingono i Big Three delle elementari sulle altalene, seguiti da Randall e Beth con Tess e Annie sulle altalene, e Kate e Toby con il piccolo Jack sulle altalene, e Rockstar Jack (alias Jack Damon) e Lucy che spinge la loro figlia, Hope, su una altalena.

RALLENTANDO TUTTO | A colazione, tuttavia, la gioia di Jack e Rebecca in una giornata libera viene accolta con apatia da Kevin e Randall. Kate ha l’idea di giocare a Foursquare e disegnare sul vialetto con il gesso, cosa che fanno per un po’, ma poi la pioggia interferisce con i loro piani. Prima che i Pearson si trasferiscano all’interno per guardare vecchi film di famiglia, Jack nota Kate seduta sul portico anteriore, che guarda malinconica fuori nella tempesta. Dice che vorrebbe solo poter rallentare la vita, e lui è d’accordo.

All’interno, Kev dura a malapena cinque minuti prima di uscire dalla stanza; Rebecca segue Kevin di sopra e lui è davvero arrabbiato perché non è riuscito a fare le trazioni a scuola e tutti lo prendevano in giro. Rebecca lo premia dicendogli che va bene se non tutto nella vita viene facilmente, e che le grandi vittorie saranno più speciali “quando devi lavorare un po’ più duramente per loro.” Poi Kevin, in un momento di dolcezza, dice a sua madre che è brava in questo tipo di discorso di incoraggiamento.

Nel frattempo, Jack controlla Randall, che confessa rapidamente che il suo evento extracurriculare non è stato cancellato, ma che ha mentito per uscirne pulito perché è stato sospeso per rappresaglia quando i suoi compagni lo hanno preso in giro per i suoi baffetti quasi inesistenti sul labbro superiore. Jack si rende conto che Randall sta punendo se stesso peggio di quanto lui o Rebecca potrebbero mai fare, e così gli chiede se vuole imparare a radersi.

Alla fine, Kevin si unisce a loro. Mentre i ragazzi si insaponano e imparano a radersi, Jack inizia a raccontare di come nella prima metà della vita uno vuole essere più vecchio, ma quando sei più grande, tutto quello che vuoi fare è rallentare le cose. Randall e Kevin gli dicono che è strano. “Un giorno lo capirai”, dice Jack. Quando scendono di sotto, mostrando le loro nuove facce virili, si uniscono a Kate nel giocare ad un gioco di società. E poi, nell’ULTIMO FLASHBACK DI SEMPRE, torniamo al momento in cui i bambini erano piccoli, e Rebecca e Jack videro il gioco sullo scaffale del negozio di giocattoli. Rebecca è colpita dalla diversità razziale dei bambini in copertina (“Forse c’è un’altra famiglia là fuori come la nostra”), e chiede che la comprino, perché “Quando il mondo mette qualcosa di così ovvio davanti a te, non te ne vai via così.”

ELOGI | Nel presente, la mattina del funerale di Rebecca, Randall non è stato in grado di preparare molto in termini di osservazioni a parte “Mamma era magica. Mamma era…” Eppure lui, afferma a Beth, starà bene. Lei non gli crede.

Fuori dalla casa di Kevin, i giovani cugini giocano a Foursquare mentre Kate li osserva. Toby la trova, chiede il permesso di attraversare la linee di ex marito (lo fa ogni volta che parlano?), poi dice che Rebecca e lui sono “straordinariamente orgoglioso di te”  Poi aggiunge che la ama, e che anche se il loro matrimonio non è andato lontano, avrebbe fatto tutto da capo. Più tardi, in chiesa, guardiamo Nicky dire a Kevin che il momento in cui si è presentato a casa sua è stato il momento in cui ha iniziato a preoccuparsi di vivere di nuovo. “Hai davvero rovinato la mia vita, ragazzo”, scherza.

Il funerale di Rebecca si svolge, e tutti e tre i suoi figli parlano, anche se il modo in cui l’episodio è montato non ci fa sentire quello che loro dicono. Dopo, le figlie di Randall lo trovano seduto sui gradini della baita, e si chiedono se sta bene. È stato sveglio tutta la notte a scrivere il suo elogio funebre, dice, un po’ stordito, “e non riesco a ricordare una sola cosa che ho detto.” Inoltre, si sta rendendo conto che teme di perdere Rebecca per tutta la vita, “e ora se n’è andata davvero, ed è stato un po’ inutile”.

UN PUNTO LUMINOSO | Annie e Tess decidono di dare a Déja un po’ di tempo per stare da sola con suo padre.. naturalmente dice esattamente la cosa giusta. “Non è inutile, papà. Ehi, sarai nonno, ricordi?” Questo gli fa ricordare di quando una mattina lui e William sono partiti per il loro viaggio a Memphis nella stagione 1. Vediamo come William dice addio a Tess e Annie (sono bambine qui!), poi riflette nel corridoio fuori dalla stanza delle ragazze su come essere un nonno è ironico: Hai “amore incondizionato, facile, puro” per qualcuno con cui non condividerai la vita a lungo probabilmente. Si chiede quanto le ragazze di Randall ricorderanno di lui dopo che se ne sarà andato. “Un sacco,” Randall dice.

Sui gradini del portico, Déja annuncia felicemente che il suo bambino è un maschietto. “Avrai un nipote”, dice, chiedendo se va bene se lei e Malik chiamano il bambino William. “Tuo nipote prenderà il nome di un uomo che non ho mai incontrato, ma io lo conosco, perché io conosco te”, dice lei. Randall, che ha perso lacrime costantemente per tutta la puntata, ora scoppia in lacrime di felicità e balza in piedi per celebrare l’imminente arrivo finalmente di un altro maschio nella sua vita molto femminile.

COSA C’È DOPO? | “Hai una strana luce su di te” dice Kevin a suo fratello quando lui e Kate lo raggiungono sui gradini della cabina più tardi. È vero, ma Randall non dà la grande notizia di Déja. Parlano a vanvera di quello che stanno per fare ora; Kate dice che continueranno a fare quello che Rebecca voleva che facessero, vivendo grandi vite piene di scopo. Per esempio, sta per aprire un sacco di scuole di musica per i bambini ipovedenti. Kev sta andando a concentrarsi sulla sua no-profit e “essere più a casa. Mi piace la mia casa. Mi ci è voluto molto tempo per ottenerla.”

E con Randall? Il Comitato Nazionale Democratico vuole che faccia un’apparizione alla Fiera di Stato dell’Iowa, un comune precursore di una corsa formalmente annunciata per la presidenza degli Stati Uniti. Se Beth è d’accordo, “Sì, per mamma, potrei andare”, dice.

Poi ricordano come Rebecca afferrò la mano di Randall poco prima di morire, e si chiedono di cosa si trattasse…

NON TI ALLONTANI PER SEMPRE | Che ci riporta al treno di mezzanotte di Rebecca per l’aldilà. Lei e Jack sono a letto nel vagone, e lui osserva che ha “perso quella piccola cicatrice” sulla fronte. Lei sussurra che lei è spaventata, e lui la rassicura: “Ehi tesoro, abbiamo fatto bene,” dice. “Hai fatto così bene.” Si lamenta che c’era molto di più che voleva fare con i loro figli. “Lo farai”, promette.

Mentre le scene del raduno post-funerale mostrano i Big Three che interagiscono amorevolmente tra loro e i loro figli, Jack promette a Rebecca che sarà presente per tutto ciò che conta. “Voglio dire, non è che voglio essere lì per qualcosa di strano,” lei rapidamente ammette ridendo. “Non voglio guardare loro in doccia o altro.” (Ha!) Sorride e dice che non succederà, “ma ci sarai.”

Ecco come si conclude:

REBECCA | Una bella cosa, vero? Ci siamo ritrovati nel bar quella sera.
JACK | Sì, beh, voglio dire… quando il mondo mette qualcosa di così ovvio davanti a te, non te ne vai semplicemente. Sei pronta?
REBECCA | Non voglio lasciarli.
JACK | No. Vedrai.
REBECCA | Ti amo
JACK | Ti amo

Poi si stringono le mani – proprio come aveva afferrato quella di Randall – e questo è tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: