Crea sito

Recensione “Le terrificanti avventure di Sabrina”, 1×04 “L’accademia delle streghe”

L’accademia delle streghe

Nella quarta puntata de “Le terrificanti avventure di Sabrina” è arrivato il momento di accompagnare la protagonista nella scuola di magia, e ovviamente non sarà tutto rose e fiori.

In una serie chiamata “Le terrificanti avventure di Sabrina” non si può certo immaginare una scuola normale, ma si è certi che il pericolo è sempre dietro l’angolo. E ovviamente l’esperienza nella scuola non sarà delle migliori, visto che le Sorelle Sinistre prenderanno di mira Sabrina con l’obiettivo di ucciderla. Fino ad ora avevamo sempre visto la protagonista forte e sicura di sé, una delle prime caratteristiche della ragazza che emergono nella prima puntata è che Sabrina Spellman non ha mai paura di niente. In questa puntata, invece, Sabrina ha paura eccome, ed è la prima volta. Questa è la prima volta che Sabrina è terrorizzata e supplica i suoi aguzzini, nonostante abbia sfidato Satana in persona.

Nonostante la paura riesce comunque a tener testa a Prudence e alle sue sorelle, decisa a far finire la macabra tradizione dell’Inquisizione. A questo punto le domande dello spettatore si moltiplicano. Se fino a ora si comprendeva il motivo dell’astio da parte dei suoi compagni, che vedevano Sabrina come “la diversa” e “quella nuova”, più enigmatico è invece l’odio che prova Blackwood nei confronti della ragazza. Quale motivo spinge l’uomo a detestare Sabrina, nonostante il Signore Oscuro abbia espresso fermamente la volontà di farla studiare all’accademia?

Altro interrogativo che ci si pone al termine dell’episodio è se Sabrina non finirà con il distaccarsi volontariamente dalla sua vita umana. Nella trama viene infatti inserito un nuovo personaggio, il tenebroso Nicholas. Innegabile la simpatia reciproca che Nicholas e Sabrina provano l’uno per l’altra. Inoltre, alla fine della puntata, Sabrina si dimostra più interessata a provare a risolvere l’enigma che gli è stato affidato che a parlare con Harvey di quanto gli è successo.

Insomma, le domande sono tante e la curiosità è molta per una serie che si lascia guardare tutta d’un fiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.