Crea sito

Recensione Tredici 1×10 – Cassetta 5 Parte B

Il decimo episodio di Tredici ruota ancora attorno alla festa di Jessica. Hannah desidera tornare a casa, e la sua compagna di scuola Sheri le offre un passaggio. Hannah teme che l’amica abbia bevuto, ma la ragazza la convince del contrario. Sebbene sobria, una distrazione fa finire Sheri contro a un segnale di stop, abbattendolo. Probabilmente un test alcolimetrico avrebbe comunque individuato dell’alcol nel sangue, perché la ragazza si rifiuta di chiamare la polizia o di avvertire qualcuno.
Hannah, invece, non vuole assolutamente lasciare perdere, è consapevole del pericolo che potrebbe provocare il non fermarsi allo stop. In realtà, probabilmente il cartello segnaletico è stato un puro transfert, è stata l’unica cosa che poteva controllare e sistemare quella sera.
Sheri abbandona l’amica e fugge.
Avendo il telefono scarico, Hannah  si avventura alla ricerca di un telefono, in modo da chiamare la polizia. Durante la chiamata scopre che è troppo tardi, c’è stato un incidente, proprio all’incrocio dove era stato abbattuto lo stop.

Al centro di questo episodio ci sono dunque i temi della responsabilità e della guida sicura. Non è sufficiente aver bevuto poco o non guardare il cellulare. Alla guida bisogna evitare ogni distrazione, bisogna tenere gli occhi sulla strada. Gli incidenti possono capitare, ma non bisogna mai fuggire.
Clay è l’eroe della storia perché è colui che è schiacciato dalla responsabilità, colui che è tormentato non solo dalla propria, ma anche da quella altrui.
Antagonisti della puntata sono invece Sheri e, nel presente, la scuola, poiché entrambi rifiutano di assumersi le proprie colpe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.