Crea sito

Riverdale – Recensione 2×12 “The Wicked and the Divine”

Arrivati al suo 12° episodio, “The Wicked and the Divine”, Riverdale continua ad andare avanti sulla falsa riga degli ultimi episodi, mettendo in scena un episodio riuscito, ben congeniato, ma che non riesce a convincere del tutto. Dal midseason finale, ormai, la sensazione costante che si prova guardando questa serie è che Riverdale non riesce ad esprimersi al meglio quando non ruota intorno ad un grande mistero centrale. Quest’episodio si basa, in sostanza, su due trame che riescono a reggere bene il peso dell’episodio, ma non riescono a raggiungere le vette narrative della prima stagione e della prima parte della seconda.

La prima trama vede coinvolti Archie, Hiram e in seconda battuta Veronica che riceverà la cresima. Hiram cercherà di coinvolgere sempre più Archie nei suoi affari e nonostante Veronica sia contraria, il ragazzo si trova suo malgrado sempre più immischiato negli affari mafiosi dei Lodge. Tutta questa trama non risulta pienamente efficace, perché se la messa in scena riesce a convincere come sempre, la scrittura manca di originalità. In sostanza tutta la trama sa di già visto perché, nonostante la storia sia diversa, la struttura narrativa è in sostanza una continua ripetizione di aspetti già visti nella serie. L’altra trama principale riguarda Jughead che deve difendere le Vipere dalle accuse rivolte dal sindaco di aver decapitato la statua del generale Pickens e poi alla fine dell’episodio, si riavvicina di nuovo a Betty. Come sempre, questa trama risulta coinvolgente e appassionante e riesce dove la prima trama ha barcollato e cioè riesce a ripetere certe situazioni senza dare l’impressione di ripetersi in continuazione grazie ad una scrittura più precisa e attenta. Il riavvicinamento con Betty potrebbe essere interessante in vista dei prossimi episodi, soprattutto se si pensa al finale dell’episodio.

La trama di Betty e del fratello Chic è, infatti, un mero riempitivo per tutto l’episodio, fino ad arrivare al finale che potenzialmente potrebbe avere ripercussioni su tutti i personaggi. In sostanza, negli ultimi episodi Riverdale sta vivendo più sulla prospettiva di quello che potrebbe accadere in futuro, rispetto a quello che accade nell’episodio in questione. Il lato positivo è che nonostante questa parentesi della serie non convince appieno, gli episodi restano di buona fattura e ben realizzati, il che permette di rimanere fiduciosi in vista dei futuri episodi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.