Recensione The Walking Dead 8×03: Il mostro che è in noi

Alla base di ogni conflitto c’è la disumanizzazione dell’avversario visto non come un essere umano, con cui ci si può confrontare e si può trovare un accordo, ma come un mostro da sconfiggere.

Sono mostri Rick, la vedova e il re che con il loro agire stanno mettendo a rischio la stabilità creata dai Salvatori. Stabilità che si basa sulla violenza e la sopraffazione ma che comunque consente a chi fa parte del gruppo di vivere in serenità. Questo è quanto Morales dice a Rick a inizio puntata. Loro due sono uguali, lottano per difendere il proprio mondo e la stabilità della propria comunità in pericolo. Mentre Morales però non mostra alcun dubbio sul da farsi, Rick cerca di parlargli e di trovare un terreno comune per il confronto. La situazione si risolve grazie all’intervento di Daryl e i sopravvissuti originari di Atlanta tornano ad essere quattro (Rick, Carl, Daryl e Carol).

(L-R) Rick Grimes (Andrew Lincoln), Sophia (Madison Lintz), Carol (Melissa Suzanne McBride), Lori Grimes (Sarah Wayne Callies), Carl Grimes (Chandler Riggs), T-Dog (Robert 'IronE' Singleton), Glenn (Steven Yeun), Andrea (Laurie Holden), Dale (Jeffrey DeMunn), Daryl Dixon (Norman Reedus) and Shane Walsh (Jon Bernthal) - The Walking Dead - Photo Credit: Matthew Welch/AMC - TWD2_GAL_Porch_Group_0141
@AMC

Dato che i Salvatori sono al momento degli antagonisti praticamente inesistenti, tutta la puntata ci racconta dei conflitti e delle differenze interne ai nostri.

I mostri in una guerra sono anche quelli interiori, quelli che ci fanno fare i conti con la nostra coscienza, la nostra rabbia, i nostri lutti. A proposito di lutti avete notato la differenza tra Maggie e Tara? Entrambe hanno subito un terribile lutto per mano dei Salvatori però la prima è disposta a concedere loro una seconda possibilità mentre la seconda li vorrebbe morti. Come reagirà Aaron alla perdita di Eric? La piccola Grace gli sarà di conforto?

@AMC

Il dilemma morale su come comportarsi con gli avversari ha sempre attraversato la serie.

Vi ricordate nell’undicesimo episodio della seconda stagione (intitolato non a caso “La sentenza”) quando i nostri alla fattoria di Hershel mettono al voto la vita di un prigioniero?
Nella serie c’è sempre stato chi credeva nell’essere umano e nella sua redenzione (Dale, Hersel Morgan, lo stesso Rick per un certo periodo, ecc.) e chi invece non ha mai visto differenza tra l’abbattere un vagante e un essere umano se questo poteva garantire la sicurezza della comunità.

La differenza di opinione al riguardo si è trasformata in alcuni casi anche in confronto fisico. Vi ricordate cosa avviene nell’ottava puntata della sesta stagione? Ne “L’inizio e la fine” ad Alexandria un uomo e una donna combattono per decidere le sorti di un prigioniero (uno dei Lupi). Mentre uno crede nella redenzione del prigioniero l’altra pensa che solo uccidendolo si possa garantire la sicurezza della comunità. Lui è Morgan, lei è Carol.

Uno scontro simile, ma a parti invertite, si è svolto in questa puntata. Morgan, dopo la morte del giovane Benjamin, non crede più nella redenzione, non riesce più a vedere la differenza tra i “buoni” e i “cattivi”, può solo uccidere anche se questo è totalmente in conflitto con la sua moralità e il suo equilibrio.

Al termine dello scontro con Jesus, che in questo caso incarna la speranza,  Morgan decide di abbandonare la comunità perché capisce di non stare bene e di non poter essere d’aiuto nel conflitto in atto, divorato dai tanti, troppi mostri interiori. Jesus invece porta i prigionieri a Hilltop costringendo Maggie ad accoglierli.

Non sappiamo dove porterà la strada intrapresa da Jesus e Maggie ma senza dubbio la situazione alla colonia presto esploderà.

Senza dubbio questa è stata una puntata di transizione da intendere però non in senso dispregiativo come spesso avviene. In questa puntata i personaggi si evolvono, le certezze iniziano a vacillare e la situazione inizia a precipitare.

PS: E’ una mia impressione o dalla scorsa puntata i vaganti sono un pò ridotti male, come se fossero stati scuoiati?

Precedente The Gifted - Recensione 1x06 - “got your siX” Successivo This Is Us - Sottotitoli 2x07 "The Most Disappointed Man"

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.