Crea sito

The Gifted – Recensione 1×10 – “eXploited” (Midseason Finale)

“eXploited” è il midseason finale di The Gifted ed è un episodio che racchiude in sé tutto quello che la serie ha mostrato fin ora, cioè è un buon episodio, che appassiona, ma non sembra sfruttare totalmente il potenziale della serie stessa. Gli autori hanno voluto fare di questo finale di metà stagione più un punto di partenza della seconda parte che un punto di chiusura della prima. Scelta sicuramente condivisibile, ma che toglie un po’ di quella tensione e mistero che di solito caratterizzano questi tipi di episodi.

In sostanza l’episodio si può dividere in due parti: la prima di adeguamento dopo gli eventi nel finale dello scorso episodio, e la seconda di reazione. La prima è di adeguamento perché sia i quattro mutanti che sono stati catturati, sia tutti gli altri riuniti al quartier generale cercano di elaborare il colpo subito per ripartire. II sostanza tutta questa parte serve per preparare il campo a quello che avverrà dopo e per rendere manifeste le vere intenzioni del telepate che i protagonisti avevano accolto qualche episodio fa. Il tutto è gestito con un buon ritmo, ma manca il giusto mordente per fare quel passo in più sia in termini narrativi sia in termini di apprezzamento nel pubblico. La seconda parte, invece, è molto più convincente. Questa è di reazione perché tutti i personaggi reagiscono alla situazione impossibile in cui si trovano. Da una parte i coniugi Strucker, ingannati dalla telepate, vanno a casa dell’agente Turner per convincerlo a portar via i propri figli e gli altri mutanti dal laboratorio dove si fanno gli esperimenti, dall’altra Andy e Lauren sono costretti, per la prima volta, ad usare i loro poteri combinati. Il tutto si conclude con la telepate che si manifesta a tutti facendo una carneficina di agenti e liberando i mutanti.

Sicuramente questa parte ha un ritmo più incalzante, gli avvenimenti hanno un maggior impatto e nel complesso ha una migliore gestione di ogni aspetto, quindi risulta più efficace e sicuramente incuriosisce e fa venir voglia di proseguire la visione della serie. In sostanza, quest’episodio rappresenta quello che The Gifted è stato sin dall’inizio: una buona serie, che cattura e appassiona, ma che sembra accontentarsi e non fare mai quel passo in più. Infatti, al netto di qualche episodio di transizione di troppo e di situazioni che danno una sensazione di già visto, questi primi dieci episodi della serie sono sicuramente positivi, perché questa ha dimostrato un gran bel potenziale, ma la voglia dello spettatore è sicuramente quella di vedere la serie andare oltre limando alcune imperfezione. La speranza è che nei prossimi episodi si faccia quel passo in più che sappia trasportare lo show in una realtà narrativa ancora più convincente ed esaltante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.