Crea sito

Recensione Preacher 3×10 – “The Light Above”

Si chiude questa (più breve) stagione di Preacher con il decimo episodio, dal titolo “The Light Above”, ed è già tempo di esprimere i nostri pareri tanto sul season finale quanto sull’intera stagione appena trasmessa.

Bisogna dire, innanzi tutto, che la scelta di ritornare al formato da dieci (e non più tredici episodi) ha pagato in termini di coerenza e costruzione. Ricordiamo bene come l’anno scorso il season finale è stato costruito in pochissimi episodi, dato che le storyline con cui era iniziata la stagione avevano avuto il loro naturale termine verso il decimo episodio. Questa riduzione di puntate, invece, ha fatto sì che l’ultimo episodio coincidesse con il culmine di tutti i principali filoni narrativi di questa terza stagione.

“The Light Above” è stato un episodio che potremmo definire apocalittico. Una puntata densa di accadimenti, di scene sorprendenti, scioccanti e talvolta abbastanza crude, condite da un ritmo incessante.  Un’ora scarsa di televisione che riteniamo esempio esemplare di come debbano essere costruiti gli episodi conclusivi, a prescindere che i bizzarri e controversi contenuti del programma in analisi piacciano o meno.

Forse l’unica scelta dubbia e l’unico aspetto che ci lascia interdetti è quello relativo a Satana. Da una parte non si comprende come possa essere stato ucciso in modo così semplice e da un soggetto che, fino a questo momento, gli era sottoposto. D’altra parte non comprendiamo nemmeno, se non a livello metaforico, come sia credibile che Hitler succeda a Satana in modo così scontato e fin troppo semplicistico.

Se teniamo da parte i dubbi inerenti questa scelta, però, possiamo ritenere, considerate le peculiarità dell’universo di Preacher, la puntata in discussione una puntata perfettamente riuscita ed esaltante, in cui, probabilmente, la decisione di Jesse di porre fine alla vita della nonna diventa fiore all’occhiello di una storia che effettivamente non poteva andare diversamente e che ora apre spiragli a nuovi interessanti sviluppi, con Jesse destinato all’inferno (?) e qualcuno (il Santo degli Assassini) pronto a comprargli un biglietto di sola andata per le tenebre.

Molto possiamo aspettarci dalla prossima stagione, in cui sembrerebbe profilarsi il definitivo confronto fra Jesse e il Gral, che darà probabilmente all’intera serie un finale in grado di soddisfare tutti!

Pubblicato da Thunder93

Studente di giurisprudenza classe '93, patito di serie TV, con la passione per la scrittura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.