Crea sito

This is Us: Recensione 4×14 – The Cabin

E poi quando meno te lo aspetti, quando ti sembra che la storia non possa essere più noiosa di così, arriva il momento in cui senti i lacrimoni scendere giù per le guance.

Finalmente scopriamo la verità sulla sera trascorsa da Kate e Mark nella baita di famiglia e in particolare la violenza, per fortuna non mortale, subita dalla ragazza nel momento in cui lui decide per ripicca di lasciarla fuori a congelare.

Nel presente, raggiunta la baita, i sad three decidono di raccontarsi finalmente la verità e dunque non soltanto Kate viene a sapere di Madison e Kevin, ma i due fratelli decidono finalmente di raccontargli la verità sulla madre.

Quasi come a voler raccontare la loro vita, Kate e Randall si rendono conto che al puzzle manca un pezzo e quest’ultimo si ricorda (apparentemente quasi dal nulla) della capsula del tempo.

I tre si ritrovano ad aprirla e a scoprire che proprio Randall grazie a Kevin aveva nascosto il pezzo mancante e aprendo le bustine dei genitori imparano a conoscere un altro aspetto del profondo amore che legava i due: infatti Rebecca ha conservato il disegno della casa del marito e lui ha invece registrato una cassetta in cui speigava perchè ammira tanto la moglie.

Nell’ultima scena si vede proprio quella casa (molto probabilmente di Kevin) in cui sono tutti riuniti accanto a Rebecca.

L’ho detto all’inizio e lo ripeto, in certi momenti questa serie può veramente sembrare noiosa ma ci si rende subito conto che i momenti lenti servono per prepararci al WOW che arriverà di là a breve. Ogni volta infatti mi stupisco della bravura degli sceneggiatori ed in qualche modo della loro capacità di non darsi mai per vinti, cercando di trattenere più a lungo possibile lo spettatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.