This Is Us – Recensione 4×08 – Sorry

“You are a good kid”… son le parole con cui termina l’episodio e se in un primo momento Kevin sembra sentirle dire al padre, nelle vesti di Nicky, nel passato è proprio Jack a ripeterle al figlio.

La storia torna a dedicarsi a Kevin, in una situazione in cui torna a sentirsi fuori luogo qualunque cosa faccia: in particolare, dopo l’episodio con Cassidy, ha immaginato che suo padre, attraverso lo zio, lo stesse rimproverando per aver riportato il caos nella sua vita sebbene con vesti diverse. Dopo una scazzottata si rende finalmente conto che ciò che deve fare è rimettere ordine nella sua vita e comincia con il partecipare all’udienza di Nicky.

Contemporaneamente Kate soffre per la mancanza di impegni nella sua nuova vita da mamma e l’unico momento di novità, rappresentato dallo svezzamento di Jack, si verifica quando lei agogna questo cambiamento ma Toby le aveva chiesto di aspettare il suo ritorno per condividerlo insieme.

Randall invece è alle prese con la mamma, per la quale comincia a sospettare una patologia della memoria dedotta dalla grande quantità di foto che continua a fare a qualunque cosa. Nel passato lui stesso si ritrova ad aiutare Rebecca nella ricerca di un lavoro e anche in quell’occasione si ritrova ad aiutarla sia con il datore di lavoro sia con il software che l’aiuterà nella mansione.

Credo che in questo episodio sia facilmente individuabile la realtà delle famiglie: per una questione a cui si trova rimedio, un’altra esce allo scoperto ed ha bisogno di nuova linfa per tornare alla normalità. Tuttavia non si tratta di momenti negativi, si tratta di modi attraverso cui le radici della famiglia continuano a crescere.

Sookie

GUARDA ANCHE:

This Is Us – 4×09 – So Long, Marianne – Promo

Precedente 6 Underground | Benvenuti a Firenze Successivo American Crime Story: Impeachment - Clive Owen sarà Bill Clinton

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.