Crea sito

The Good Doctor – Recensione 1×09 – “Intangibles”

“Intangibles” è il nono episodio della prima stagione di The Good Doctor e rappresenta l’ennesimo passo avanti di una serie che in soli nove episodi è riuscita a rivelarsi come una delle serie migliori di questa nuova stagione televisiva americana. La forza di questa serie è che in pochi episodi non ha mai avuto paura di osare e di cambiare le carte in tavola per approfondire i personaggi.

Questa voglia di osare è manifesta nel fatto che il vero protagonista di quest’episodio non è Shaun, ma il dottor Melendez. E’ vero che il nostro protagonista avrò la “pessima idea” che risolverà il caso della settimana, ma il vero focus che lo riguarda è sui suoi problemi con le interazioni sociali. E’ molto interessante vedere come il dottor Murphy cerchi di imparare per migliorare le sue abilità sociali, ma la parte più importante dell’episodio è vedere come il dottor Melendez si confronta con il caso medico della settimana. Come detto sarà Shaun ad avere l’idea risolutiva, ma la scrittura non ha paura di puntare tutto su un altro personaggio. Vedere come Neil evolve in quest’episodio è sicuramente la cosa più importante è meglio gestita. Se infatti all’inizio si rifiutava di operare il bambino affetto da più problemi cardiaci per la paura di togliergli gli ultimi mesi di vita, poi non solo lo opererà tra mille difficoltà, ma soprattutto si legherà emotivamente alla madre del paziente. Questo personaggio era stato presentato in maniera molto stereotipata, infatti era il solito medico orgoglioso che faceva pesare il fatto di essere il capo, ma in soli nove episodi gli autori sono riusciti a stravolgere completamente il modo di vedere questo personaggio. La forza di questa serie è proprio quella di puntare tutto sui personaggi e quindi di appassionare veramente il suo pubblico perché questo si sente profondamente legato ad essi.

Infine c’è anche una sotto trama dedicata a Claire che si trova in una situazione abbastanza seria, ma il tutto è gestita con leggerezza e quindi questa parte risulta molto divertente e quindi funzionale ad un episodio che gestisce nel migliore dei modi drammaticità e divertimento. In sostanza The Good Doctor si conferma su grandi livelli e porta avanti i suoi personaggi in modo molto efficace e quindi non si può che essere contenti per una serie come questa che non smette mai di soddisfare gli spettatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.