Recensione The Big Bang Theory 10×19 – “The Collaboration Fluctuation”

È quasi doloroso mettersi alla tastiera per dare un’opinione e recensire l’ultimo episodio di The Big Bang Theory, tornato in onda dopo un’assenza di due settimane. The Collaboration Fluctuation è stato un episodio insensato, non solo perché non ha portato avanti le storie in modo sufficientemente interessante, ma soprattutto perché la sua stessa struttura risultava incomprensibile. Abbiamo assistito ad alcuni sketch di bassa lega, dedicati al duo Raj-Penny, all’improvviso incredibilmente affiatati come coinquilini, al punto da “emarginare” Leonard e farlo sentire praticamente un terzo incomodo. E abbiamo altresì visto Sheldon ed Amy provare ad unire le forze per applicare degli esperimenti e delle ricerche di Amy nel campo della neurobiologia agli studi di Sheldon nel campo della fisica, dando vita ad una collaborazione che non si potrebbe definire altrimenti, se non disfunzionale. I due, dopo dei momenti di apparente concordia, si sono subito rivoltati l’uno contro l’altra, trasformando la loro collaborazione in una competizione sfrenata.

Entrambi i filoni narrativi dell’episodio sono stati quasi spiacevoli da guardare. Sembra che descrivere comportamenti odiosi o relazioni poco affiatate sia diventata la nuova peculiarità di The Big Bang Theory, anche a discapito di quell’attenzione precedentemente dedicata al mondo di internet, dei videogiochi e dei fandom più apprezzati, che era invece stata punto di forza e tratto distintivo della serie fino a poco tempo fa. Sembra che si sia rimossa quella patina nerd per rendere The Big Bang Theory uno show puramente demenziale, che non porta più avanti alcuna storyline degna di nota. E, come detto, a questo si aggiunge, relativamente a questo episodio, una struttura della puntata a dir poco traballante.

L’esigenza di Leonard di risolvere i problemi con Penny e la distanza creatasi fra Sheldon ed Amy non hanno avuto un epilogo e l’episodio si è concluso senza un vero finale, lasciandoci a bocca aperta e con la sgradevole sensazione di aver visto un episodio del tutto insensato, che nulla ha aggiunto o ha tolto ad una stagione il cui livello stenta a decollare.

Precedente Norman Reedus non firmerà per l’ottava stagione di The Walking Dead: tutti i dettagli! Successivo Annabelle 2: Creation - Trailer ufficiale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.