Crea sito

Recensione Preacher 2×12 – “On Your Knees”

Il dodicesimo episodio di Preacher si rivela essere un episodio molto movimentato e avvincente, in cui a farla da padrone è il Santo degli Assassini, sguinzagliato dal Gral allo scopo di intimorire Jesse Custer e i suoi compagni di ventura. Non possiamo negare che alcune architetture della storia siano alquanto deboli e che sembri quasi pretestuoso far girare questa seconda parte di stagione attorno al tranello di Herr Starr, che vuole allontanare Jesse da Tulip e Cassidy per fare di lui il nuovo Messia. Ciononostante, appare convincente la puntata, se non altro per un buon ritmo narrativo e un’ottima performance recitativa da parte degli attori.

Forse questa seconda parte di stagione non era quello che ci aspettavamo e ha portato Preacher abbastanza lontano da quella che era l’atmosfera iniziale – sebbene la dodicesima puntata appaia più fedele rispetto alle precedenti a quella combinazione di azione e paradossi a cui eravamo abituati – ma non possiamo criticarla aprioristicamente. Ed anzi dobbiamo apprezzare che con una storia forse un po’ troppo debole vi siano ancora numerosi punti oscuri e motivi per seguire lo show fino all’ultima puntata.

Rimaniamo delusi dal fatto che non ci sia stato alcun altro imput o scena che abbia rimandato al finale del precedente episodio, dedicato a un flashback di Jesse insieme alla nonna (?) che dichiarava di chiamarsi Jesse Angelle. Una delle tante domande a cui speriamo l’ultimo episodio riuscirà a dare risposta.

A margine, però, della tentazione di Jesse di diventare un vero e proprio Messia (diciamocelo, montandosi anche un pochino la testa) si sviluppa un secondo filone narrativo, dedicato alla fuga dall’inferno di Hitler e Eugene, che potrebbe essere il buon pretesto per creare nuove storyline per una possibile terza stagione.

Lo show è stato piacevole, divertente ed è volato via leggero, lasciandoci un sufficiente interesse di  scoprire quale sarà il finale di questa storia e di capire se Jesse pretenderà di sostituire Dio e come reagirà Tulip in questa situazione. È stato fatto un lavoro abbastanza buono, anche se non ai livelli della prima metà di questa seconda stagione, ed è per questo che ormai non ci resta che attendere il tanto atteso season finale!

Pubblicato da Thunder93

Studente di giurisprudenza classe '93, patito di serie TV, con la passione per la scrittura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.