Pretty Little Liars – Recensione 7×20 – Till death do us part – Finale di serie

PRETTY LITTLE LIARS 7X20 – TILL DEATH DO US PART

Ed eccoci arrivati all’ultima puntata di Pretty Little Liars, uno show che, nel bene o nel male, è stato in grado di tenerci incollati allo schermo per ben sette anni.

In questo ultimo episodio, durato ben un’ora e mezza, è stata finalmente rivelata l’identità del misterioso A.D. e il suo collegamento con le vicende di Rosewood … e devo dire che, almeno per quanto mi riguarda, non poteva esserci spiegazione migliore. La teoria della gemella era una teoria che circolava tra i seguaci della serie già da alcuni anni, già dalle prime stagioni, ma l’idea di una gemella di Spencer, un personaggio che ultimamente abbiamo scoperto avere un passato e un’origine molto più oscuri di quando non si pensasse all’inizio, è stata una mossa vincente. Da anni il pubblico pensava che potesse essere Alison ad avere una gemella, come accade nei libri di Sara Shepard da cui è tratta la serie, o che potesse essere Aria, per i continui giochi di specchi che hanno caratterizzato le sue inquadrature nelle prime stagioni, ma quando era stata svelata l’esistenza di Mary Drake, gemella di Jessica, questa teoria ha iniziato ad indebolirsi, a favore di altre ipotesi più semplici ma, paradossalmente, più inverosimili, come il coinvolgimento di Melissa o di Wren, forse mosse dall’ultima e deludente rivelazione di Charles/Charlotte, una scoperta che invece che schiarire le idee aveva alimentato i dubbi e allontanato la serie dai suoi momenti di gloria delle prime stagioni.

Ma percorriamo la vicenda e i momenti che hanno portato all’ultima rivelazione dall’inizio.

A un anno dalla fine del gioco da tavolo, tutto è apparentemente tornato alla normalità: Aria ed Ezra si sposeranno a breve, Alison ha avuto due figlie gemelle che ha chiamato Lily e Grace ed è tornata ad insegnare al liceo insieme ad Emily, Toby ha fatto ritorno a Rosewood ed ha incontrato Spencer, Hanna e Caleb sono rimasti in città e ospiteranno Mona in casa loro per controllare i suoi progressi all’uscita dalla clinica psichiatrica dove era stata rinchiusa, anche se Caleb non è completamente d’accordo.

Si incontrano tutti al Lost Woods Resort, l’albergo che Mary aveva donato a Spencer e ad Alison e che le ragazze hanno risistemato, dove è stata organizzata una festa di addio al nubilato/celibato per Aria ed Ezra. Tutto sembra tranquillo, ma basta una telefonata per rompere l’idillio: Aria, durante la notte, riceve una chiamata dal suo dottore che le dice che da alcune analisi è emerso che non potrà avere figli. Questa notizia rimette in discussione la sua decisione di sposarsi, perché non vuole precludere ad Ezra, che ancora non sa niente, la possibilità di avere un bambino.

Nel frattempo scopriamo che Mona, nonostante non possa allontanarsi dall’abitazione di Hanna, non è in casa, ma si aggira di nascosto nei pressi del Lost Woods Resort con una felpa nera con il cappuccio, la divisa dell’A Team, e una maschera del volto di Melissa Hastings, comunicando al telefono con A.D., ma non sapendo ancora chi si trovi dall’altra parte del ricevitore. Mona, da quando le è stato rubato il gioco da Charlotte, è sempre stata una pedina nelle mani di qualcuno più potente e sadico di lei. Si dimostra tale anche nel momento in cui si insinua di nascosto in casa di Spencer, le dà un pugno e la tramortisce, ma non sa per conto di chi lo stia facendo.

Spencer si risveglia in una stanza chiusa con un vetro. Dall’altra parte c’è una ragazza identica a lei che parla con un accento inglese: è Alex, la sua gemella, nonché A.D. 

LA STORIA DI A.D.

Alex è la gemella di Spencer, nata al Radley pochi secondi dopo di lei, di cui gli Hastings non erano al corrente dell’esistenza. Era stata adottata da una ricca famiglia inglese, che aveva poi optato per il suo trasferimento in un orfanotrofio in seguito alla scoperta dei suoi primi segni di instabilità mentale, che aveva  ereditato dalla madre. A dieci anni Alex aveva deciso di scappare dall’orfanotrofio e da quel momento ha vissuto quasi sempre sola, senza l’affetto di una famiglia e senza mai avere avuto degli amici.

Alex non sapeva nulla delle sue origini ed ha scoperto tutto grazie a Wren che, in un bar a Londra, pensava di trovarsi davanti a Spencer. Il ragazzo le ha così raccontato tutte le vicende di Rosewood, si è innamorato di lei e le ha fatto conoscere Charlotte, la sua sorellastra. Le due sono diventate molto amiche e Alex le aveva chiesto, poco prima del suo ultimo viaggio, di portarla con lei in America per conoscere la sua gemella, ma Charlotte non voleva, perché pensava che fosse pericoloso per lei avvicinarsi alla famiglia Hastings.

Dopo la morte di Charlotte, l’odio di Alex verso Spencer e soprattutto verso la sua vita perfetta, la sua famiglia benestante, le sue amiche sempre pronte a proteggersi l’una con l’altra e le sue storie d’amore cresce sempre di più, fino a diventare un’ossessione. Da quel momento l’unico obiettivo di Alex è quello di diventare Spencer, di prendere il suo posto, di portarsi via la sua vita a qualsiasi costo.  Per questo motivo ha deciso di rinchiuderla per il resto dei suoi giorni in quella stanza, costruita nella casa che Toby aveva fabbricato per Yvonne e che poi aveva messo in vendita dopo la sua morte.

Spencer, mettendosi nei panni della gemella, prova a convincerla a lasciarla libera, dicendole che ascoltando la sua triste storia le sue amiche l’avrebbero perdonata, ma lei è determinata a rubarle l’identità, gli affetti, l’amore, la vita.

Arriva il giorno del matrimonio di Aria ed Ezra ed è Alex che si presenta nelle vesti di Spencer, ingannando tutti. Ma lo sposo non arriva: ha scritto un messaggio ad Aria dicendole che non se la sente più di sposarla per averle tenuto segreto il fatto che non avrebbe potuto avere figli. In realtà, Ezra è stato rinchiuso in una stanza vicino alla vera Spencer perché, avendo incontrato Alex la mattina prima del matrimonio, avendola scambiata per Spencer e avendole fatto una domanda a cui lei non sapeva rispondere, aveva scoperto che c’era qualcosa che non andava.

Ma c’è anche qualcun altro che ha dei dubbi sull’identità di Spencer: Jenna, uscendo dallo studio legale di Veronica Hastings, incontra Alex/Spencer e sente che ha un profumo diverso dal solito. Così decide di chiamare Toby: anche lui ha delle incertezze, perché si ricorda di un libro che gli era stato regalato dalla ragazza, sul quale non erano presenti scarabocchi, cosa molto strana per essere un testo che era appartenuto a lei. Toby parla di questi dubbi alle amiche di Spencer, che nel frattempo stavano indagando insieme a Caleb sulla misteriosa sparizione di Ezra. Insieme collegano gli indizi e ipotizzano che Spencer possa avere una gemella, che sarebbe così  la sorellastra di Charlotte e che quindi avrebbe un motivo per essere A.D. Si presenta anche Mona, che racconta quello che sa, dice di giocare per combattere A.D. e mostra le coordinate per trovare il luogo in cui si trovano Spencer ed Ezra.

Nella prigione costruita da Alex, i due ostaggi riescono a liberarsi grazie ad una forcina, ma non trovano la via d’uscita perché la ragazza ha ricreato un mondo sotterraneo dal quale è impossibile scappare.

Tutti gli altri arrivano ed assistono ad una lotta tra le due gemelle, che viene interrotta da Toby che punta la pistola contro di loro. Entrambe affermano di essere Spencer, ma la verità viene scoperta quando Toby chiede quale, tra le poesie del libro che gli era stato regalato, è la preferita di Spencer. Alex non sa rispondere e viene catturata dalla polizia.

Finalmente Aria ed Ezra possono sposarsi ed andare in luna di miele nel sud della Francia. Le liars dicono addio a tutte le persecuzioni che hanno subito negli ultimi anni e che hanno segnato la loro adolescenza e una parte della loro età adulta. Mona si è trasferita a Parigi ed ha aperto un negozio di bambole, nel cui retro ha una stanza segreta, nella quale tiene prigioniere, come bambole, Alex e Mary Drake.

La puntata si chiude con un richiamo al pilot della serie: Addison, la ragazzina simile ad Alison prima della sua scomparsa, e le sue amiche hanno passato una serata insieme e ora stanno dormendo. Ma Addison sembra sparita …

Questo flashback darà il via ad una nuova generazione di liars? O la serie è veramente conclusa, come era stato annunciato dalla produttrice Marlene King? Io credo che fosse solo un omaggio all’inizio di un prodotto che, negli anni, si è dimostrato di grande successo, ma sarebbe intrigante anche un ritorno in stile “Surprise bitch, I bet you thought you’d seen the last of me!”

Martina Torrini