How To Get Away With Murder – Recensione e analisi 6×03 – Do You Think I’m a Bad Man?

Professoressa Pratt?  E’ stata questa la mia reazione quando l’ho vista entrare atteggiandosi come se fosse Annalise Keating, anche se ho notato l’assonanza con il primo episodio del pilot in cui Annalise fa la sua apparizione nell’aula della Middleton University, e non soltanto in questa scena, ma anche in altre di questa sesta stagione, ho notato che c’è assonanza con la prima stagione, come un richiamo da dove è iniziato tutto.  Ma andiamo per ordine partendo con questo terzo episodio che ho apprezzato per tante situazioni: Michaela Pratt  entra in aula al posto di Annalise che se ne sta appollaiata sulla sedia comodamente e assistendo al “trionfo” della Pratt in qualche modo, è chiaro che è opera sua. Michaela si atteggia a professoressa super vissuta e con la sicurezza a mille, e spiega ai studenti che sarà professoressa soltanto per questo caso ( devo dire che vederla in queste vesti non mi dispiace ) Asher sembra risentito della cosa, beh come darli torto? Chi vorrebbe farsi dare lezioni da una sua ex? Nessuno! E anche Connor sembra molto scettico, soprattutto perché pensa che Annalise l’abbia fatto per metterla a tacere, ma una come Michaela non puoi mai metterla a tacere, secondo me.

Dopodiché, illustra il suo cliente, ovvero Brandi Greene, accusata di aver aiutato suo marito Troy Greene a rubare 5mila dollari  da un istituto di credito, e durante il successivo inseguimento in auto, Troy è stato ferito e ucciso dall’agente di polizia. In pratica l’accusa incrimina di tutto quanto Brandi. Successivamente Michaela mostra una lavagna ben dettagliata di reati presunti o tali , commessi dalla donna, Michaela ha già incontrato Brandi che le ha spiegato l’intera situazione, ovvero che si erano rivolti alla Findomestic, ma che la banca non ha voluto prestarli il denaro, loro avevano un progetto, ovvero quello di aprire un chiosco ristoro ma non avevano soldi … così hanno pensato di trovare un’altra soluzione: la rapina. Ma qualcosa è andato storto e suo marito è stato fatto fuori, e non solo, oltre la perdita di suo marito, Brandi è costretta a risarcire per tutti i “reati” commessi, ma Michaela le  prometterà che non pagherà neanche un centesimo e che convincerà il procuratore a togliere  ogni singolo dollaro per il risarcimento. Secondo voi ci riuscirà? Io ho ottime aspettative verso di lei, ho sempre pensato che possa essere lei l’erede perfetta di Annalise, e che forse, è stato questo il motivo per cui Annalise l’abbia scelta anni fa.  In aula, dopo aver esposto tutta la questione, Michaela  propone 20 dollari  “20 dollari Pratt” per ogni idea che farà crollare ogni singola accusa dalla lavagna, e per chi arriva ai 100 dollari, le farà da secondo avvocato ( ovviamente tutti quanti si rendono disponibili) beh, sarà anche scorretto e magari inusuale il suo modo di fare, ma bisogna ammettere che ha la stoffa da stronza la nostra Michaela. Una delle studentesse si aggiudica i 100 dollari, ma ad  una condizione: dovrà pagare la somma addizionale di 100 dollari pari al risarcimento, ma la ragazza si ribella e trova il modo di fare di Michaela incoerente, ma Michaela ribatte, dicendole che non permetterà che questo accada, e dato che nessuno di loro è stato così sfrontato e deciso nell’eliminare l’accusa per risarcimento, allora a lei non servirà un secondo avvocato ( e lo fa gongolando e autoproclamandosi  con se stessa) io la amo!  Dopo la lezione, si presenta Gabriel che si scaglia contro Michaela risentito del fatto che lei l’abbia fatto passare come assassino, ma Michaela le dice subito che è stato Asher che appare, e  ammette di essere stato lui e li dice :“ Se uccidi qualcuno devi pagare !” Beh, detto da te è blasfemia pura, mio caro Asher!  Ovviamente Gabriel si difende dicendo di non aver ammazzato nessuno, ma interviene Annalise che li consiglia che se vuole risolvere i suoi casini, allora è meglio andarsene  in Virginia . Lui non ribatte, ma ovviamente Asher non perde l’occasione per deriderlo. Odioso!  La sua sagacità e umorismo imbarazzante, ormai non fanno più ridere nessuno. E’ diventato noioso e asfissiante come persona, o forse lo è sempre stato.  Colpo di scena: Bonnie si presenta da Tegan per candidarsi e lavorare alla C & G  dopo essere stata licenziata , ma sarà davvero così? O è soltanto parte di un piano congeniato con Nate?  Tegan che non è ingenua, le chiede se non sia stato proprio Nate a mandarla da lei, dato che l’ha accusata di essere la responsabile della morte di Emmett, ma Bonnie le dice che nessuna sa che è lì ( le dobbiamo credere?)  e perfino Annalise non lo sa, vuole soltanto essere assunta perché sa di essere una grande risorsa per lo studio. Tegan controbatte alludendo se non fosse perché l’abbiano licenziata dall’ufficio Procuratore, ed ecco che Bonnie risponde giocandosi la carta della povera vedova di Ron, e dice che ha lasciato quel lavoro per via di quello che è successo con Ron … e che aveva bisogno di ricominciare. Ma sei seria? L’hai fatto fuori tu stessa, come hai ucciso altra gente tesoro mio: hai le mani sporche di sangue da sempre.  Tegan però le dice che non ha più budget per assumere e quindi deve rifiutare la candidatura, vediamo Bonnie che  manda un messaggio a Nate, i due erano d’accordo, ma va? Soltanto un bradipo non l’avrebbe mai capito! Siete di una prevedibilità unica.  Nel frattempo, Connor si sta occupando del caso di  Hector – Marisol, ma essendoci dei problemi, decide lui stesso, dopo averne parlato con Tegan di intervenire di persona, anche se non sappiamo bene le sue intenzioni reali. Frank si presenta da Oliver e le racconterà tutto quello che ha scoperto su Laurel. Oliver è un po’ confuso, giustamente, ma Frank le mostra una foto che conferma tutto quanto:  una foto di Laurel  con una borsa e che sale su un taxi e va via.  Potrebbe essere davvero lei? Io non so più cosa pensare su quella donna … Avviene l’udienza di Brandi, e Michaela viene assistita dall’aiuto di Annalise in aula. Prima dell’inizio però, fa la sua apparizione Vivian Maddox  che lancia uno sguardo di provocazione verso Annalise,  Gabriel chiede spiegazione a sua madre, e lei li dice che è lì per vedere di persona come Annalise è brava nel suo lavoro ( “Sì” , come no) . L’accusa chiede tre anni di carcere e un risarcimento , della serie: oltre il danno, anche la beffa!  Michaela controbatte dicendo che accetteranno ma il risarcimento dovrà essere revocato ed elenca una serie di motivazioni valide per poterlo fare. Dopo che Michaela ha provato in tutti i modi a far arrivare 0 dollari  il risarcimento ma senza riuscirci, informa il giudice che se il risarcimento non viene revocato, allora saranno costretti a rifiutare il patteggiamento e andare a processo, per poi vincerlo  L’avvocato dell’accusa, dichiara che lo Stato ritira l’offerta, Annalise intuisce subito che qualcosa sta andando per il verso sbagliato, e difatti, chiedono una sospensione e che Brandi sarà accusata di concorso in omicidio e che Troy Green è morto per un reato per cui l’imputata voleva dichiararsi colpevole.

Il giudice dice che si aggiorneranno il giorno dopo, sentirà entrambe le arringhe e deciderà se l’accusa di concorso in omicidio è valida o meno. Subito dopo, Michaela ne parla con Brandi che, risentita per le accuse ulteriori nei suoi confronti,  dopo l’udienza, rinfaccia a Michaela di essere soltanto incompetente ( sta ingrata e stronza burina!) non sono d’accordo: Michaela può essere a volte impulsiva e può  commettere errori, ma non è incompetente: ha spesso dimostrato di saperci fare sul serio nel campo. Annalise interviene difendendola e dicendole che Michaela è l’unica che può risparmiarle il carcere . Annalise dice a Michaela che ora dovrà essere lei stessa a trovare una soluzione . E’ già la seconda volta che ho la sensazione che vogliano farci credere che comunque vada, Annalise non sarà più lì ad aiutarli, e non perché finirà in prigione o che morirà, c’è sicuramente dell’altro. Ovviamente Vivian non perde l’occasione di pressare  ulteriormente Annalise dopo aver assistito all’udienza. Allora Annalise ribatte dicendo che se non fosse così brava, allora non sarebbe riuscita a far ricadere le accuse dall’ FBI di terrorismo, nei confronti di Gabriel ,Vivian resta incredula e dice ad Annalise che entrambe vogliono che il figlio torni a casa e che le serve lei per convincerlo, ma Annalise si rifiuta di aiutarla. Vivian allora insiste, e le fa capire ( usando la carta del “ tu sai meglio di chiunque altro cosa voglia dire perdere un figlio”)  Annalise è stranita, pensava che la donna non lo sapesse, Vivian le dice che è stato Sam a dirglielo subito dopo che fosse successa la tragedia , Annalise le dice che suo  figlio è vivo, e che non ha la minima idea di cosa si provi  . Povera Annalise! Non basta tutto il dolore che ha dovuto vivere in questi anni, dovete sempre toccare una ferita non completamente chiusa per lei? Annalise rientra a casa distrutta ed esasperata da tutto quanto, così, per sfogarsi, decide di colpire nuovamente il cuscino con l’attizzatoio in ferro ( prima o poi, qualcuno lo userà per farla fuori?), Annalise è risentita del fatto che all’epoca, Sam, fosse corse subito da lei dopo la tragedia, che incolpava lei di tutto quanto. Annalise è stanca di sentirsi in colpa anche per quello. Lei ovviamente lo amava, lo desiderava con tutta se stessa quel figlio. Si evince che Annalise ancora non ha superato e combattuto contro suoi demoni ,contro i sensi di colpa per la perdita di suo figlio. Assistiamo ad un’altra brillante interpretazione della mitica Viola Davis a distanza di due episodi della sesta stagione. Sono sicuro che le verrà riconosciuto tutto quanto con la nomination e la vincita agli Emmy Awards l’anno prossimo. Perché sarebbe inaudito non riconoscere la bravura e unicità di quest’attrice: è impossibile non riconoscerlo: La Davis è l’essenza stessa di How To Get  … è lei questa serie tv. Ti  amiamo Annalise!  Nel frattempo, Oliver e Frank stanno indagando su Laurel, hanno trovato  l’autista del taxi , Felix Michel, ovvero dove era salita Laurel. Oliver prima di darli l’indirizzo, chiede a Frank del perché lui non possa parlarne con suo marito (ma non imparerete mai dai vostri fottutissimi errori ? Che con le vostre bugie  e menzogne seminate morti e basta), Frank dice che ha concesso troppo beneficio del dubbio a Laurel e che forse, Connor aveva ragione su di lei, e non solo lei, ma anche Bonnie, Oliver dice che a Bonnie, Laurel non è mai piaciuta e che non accettasse il fatto che lui stesse con Laurel . Insiste chiedendole come mai lui abbia scelto una come Laurel , questo credo che sia un pensiero di molti: perché è sociopatica come lui? Oliver aveva appena smentito che lo stereotipo gay è soltanto uno stereotipo, è poi lo conferma lui stesso facendo  l’impicciona ? Ma che te ne frega? A noi dovrebbe interessare questa cosa? O forse stanno cercando di farci capire qualcosa? Che Bonnie sia in parte responsabile della “sparizione” di Laurel?  Che l’abbia aiutata lei? Nel frattempo alla C & G, Tegan ha scoperto che l’udienza di patteggiamento è diventato un concorso in omicidio, è alterata e chiede sia di Annalise ( sminuendo le capacità di Michaela) e di Connor, Asher lo chiama e lui li dice che ha portato con sé Hector , Asher li fa notare che è rapimento, dato che ha oltrepassato il confine ( Connor ma che c***o mi combini?) . Marisol è appena arrivata e finalmente può riabbracciare suo figlio sotto lo sguardo di un Connor emozionato (okay, avrà anche commesso un’ infrazione, ma è a fin di bene. Frank si presenta dal tassista del taxi e le mostra una foto di Laurel , l’uomo è sospettoso e li chiede se è un detective , Frank cerca di corromperlo con dei soldi, ma l’uomo rifiuta : non tutto si può comprare con il Dio denaro mio caro Frank.   Nate si è presentato dall’FBI per  sapere se hanno aggiornamenti sul caso di suo padre e cerca di capire se stanno ancora indagando sulla Governatrice ( ma che fine ha fatto quella donna?) o su Xavier Castillo. L’FBI li conferma che l’indagine è in corso, allora Nate fa una controproposta mostrandole che Tegan Price ha lavorato per dieci anni per Jorge Castillo, e che il suo capo, Emmett Crawford,  sia morto quando, guarda caso, viene accusato dell’omicidio di suo padre . L’FBI è irremovibile, allora Nate chiede soltanto di arrestare le persone giuste, tipo Tegan. Annalise si presenta nello studio di Tegan, la donna è infastidita del fatto che Annalise stia trascurando le cose del lavoro, e che Michaela se la debba vedere per conto suo, o Connor, che è entrato nel mood: salverò il mondo, ha promesso a Hector che li darà asilo. Annalise dice che  se ne occuperà lei, Tegan ribatte dicendo che è stanca dei suoi cuccioli, riferito ad Annalise, e rivela che Bonnie è andata lì per essere  assunta. Tegan è infastidita e le fa capire che già è difficile essere un capo donna, nera,  lesbica a dettare leggi agli uomini, ma che da lei si aspettava comunque l’appoggio di un’amica ( ancora di più si nota che Tegan soffre di inferiorità, combattendo pregiudizi continui su se stessa per varie questioni: e’ come se si sentisse in dovere di dimostrare a tutti chi è e cosa conta in questa azienda, che è fin troppo dominata dagli uomini ), Annalise si scusa e le fa capire che migliorerà la situazione e che si impegnerà davvero a sistemare tutto. Tra le due donne c’è affinità e complicità, di certo formano un’ottima squadra, ma è iniziato a sorgermi un dubbio: e se fosse Tegan a far fuori Annalise? Proprio perché non si sente spalleggiata da lei come donna e amica? O perché prova dei sentimenti verso di lei? O è soltanto una farsa di Tegan? Non riesco proprio a fidarmi di questa donna, proprio non ci riesco . Michaela dice ad Annalise che per l’accanimento dell’accusa ci sono tre precedenti e una sentenza del Nono Circuito, Annalise dice che devono esserci prove di violenza di legge, ma Michaela dice che non ci sono. Interviene Gabriel dicendo che Brandi testimonierà , dice che il giudice deve vedere che soffre, Michaela ribatte dicendo che al giudice non frega niente se soffre, Gabriel rigira la cosa chiedendole se non sia proprio lei ad avere paura di soffrire, perché suo padre è morto e lei sembra esserne indifferente, la ragazza le risponde, che forse è meglio, dato che lui ha ucciso sua madre ( quindi ora ci crede? Cosa è successo a Michaela? Perché ha cambiato pensiero così velocemente? C’è sotto qualcosa). Annalise zittisce tutti, e appoggia Gabriel che Brandi debba testimoniare , ma è una trappola di Annalise : deve interrogarlo lui e se fallisce e perdono la causa, allora lui deve tornarsene a casa (stavo pensando che molti avrebbero un movente per far fuori Annalise :Michaela prima di tutti, poi Vivian, Gabriel e forse anche Tegan, probabilmente c’è molta gente che vorrebbe toglierla di mezzo secondo me, soprattutto per varie situazioni).  Ma Gabriel è testardo e ostinato, quindi decide di accettare la proposta di Annalise  ( non vi ricorda un po’ il nostro simpaticone di Wes?)  Forse lui è più morboso per certi versi. Connor chiama dal Maryland Oliver, dicendo di essere nei guai: il controllore della frontiera ha scoperto quello che lui ha fatto e ha preso in custodia Marisol e Hector in un centro di detenzione. Oliver decide di rivolgersi a Bonnie e chiederle aiuto.  Avviene il primo processo d’accusa nei confronti di Brandi Greene, vediamo Gabriel alla sbarra interrogare la donna, Gabriel dopo domande generiche, intuisce che forse, suo marito, faceva tutto quanto per lei, che lui , a detta di Brandi, le restituiva tutto. Gabriel inizia a pensare che forse è stata una decisione di lei di fare tutto quanto, ma Brandi dice che è stato Troy a decidere di fare la rapina.  Dopo una breve pausa, riprende il processo, ma le cose si mettono decisamente male per Brandi: l’accusa spinge sul fatto che fosse  stata lei a prendere la decisione di aprire il chiosco, e che forse, l’avesse spinto a fare quell’atto sbagliato di rubare 5mila dollari. Brandi perde le staffe e si scaglia violentemente contro l’avvocato, alche il giudice è costretto a sospendere la seduta. Tegan ha saputo quello che ha combinato Connor, così decide di presentarsi nel centro di detenzione e risolvere la questione, una volta arrivata nella struttura, chiede spiegazioni a lui, ma Connor le dice di aver chiamato già un’altra persona: Bonnie. Tegan è stranita e parlando con la donna, le fa notare che essendo che è stata licenziata, questo potrebbe far peggiorare la situazione per Marisol e Hector.  Il direttore decide di incontrare i tre, Bonnie si presenta come “ assistente procuratrice” , dopo aver discusso ampiamente sulla questione, il direttore accetta di rilasciare i clienti, ma dovrà vedere il badge di Bonnie ( che ovviamente non ha più) la donna tentenna, e il direttore capisce subito di trovarsi davanti ad una farsa ben architettata. Ma nel momento in cui le cose stanno per peggiorare, interviene Tegan che chiama Cora Duncan, il sottosegretario del Dipartimento di Sicurezza Interna e la mette in contattato con il direttore. La situazione è stata risolta, di nuovo, da Tegan, che poi rivela che Cora, in realtà, è sua moglie. Il caso però viene risolto, Bonnie dovrà soltanto essere presente ai colloqui con l’ufficio per l’asilo. Connor è felice di essere riuscito a far riabbracciare Hector a sua mamma, e per la prima volta, dato che tra i due non c’era empatia, il bambino lo ringrazia. Sono convinto che Connor sarà un bravo padre, me lo sento.  Annalise viene messa al corrente che tutto è risolto, Michaela, che è presente nello studio, entra nel panico e sconforto perché non sa come risolvere il caso di Brandi. Presenta una proposta ad Annalise, che in qualche modo la deride, Michaela risentita cerca di capire come mai Annalise l’ abbia scelta, poi capisce che forse l’ha fatto per vederla fallire. Annalise, dopo averla fatta parlare, le fa capire che in realtà lei ha la soluzione sotto il suo naso, ma che non vuole vederla. Michaela è confusa, allora Annalise le dice “Sam” come riferimento, perché potrebbe essere considerato concorso in omicidio come per Brandi. Michaela è confusa e controbatte dicendo che quello è stato omicidio colposo perché l’ha commesso Wes, ma Annalise, le fa ricordare chi fu a spingerlo dalla balaustra, ma Michaela non ci sta, e le chiede del motivo per cui, dopo tanti anni, perché lei continua  a proteggerli, e dato che L’FBI sa tante cose, lei poteva benissimo farli arrestare dall’inizio, o denunciarli per morte ingiusta. E’ stranita Michaela, perché se lei  stessa non avesse del denaro,  invece Laurel ne aveva eccome, e che ad oggi, Annalise potesse essere più ricca grazie all’Antares. Dopo averla fatta sfogare per bene, Annalise le fa notare che Michaela ha capito come risolvere questo caso, la ragazza ci riflette, e poi arriva ad una conclusione : che il Procuratore teme un’accusa per omicidio colposo. Bingo! Avviene il secondo giorno di processo, Michaela  sta interrogando l’avvocato Richt sulla procedura per un’indagine,   chiede all’avvocato, come mai la commissione ha presentato il rapporto sulla morte di Troy tre mesi fa, ma non c ‘è ancora traccia del loro rapporto. L’avvocato dice che la morte del procuratore Miller ha causato parecchi arretrati, allora Michaela controbatte chiedendo se il ritardo non sia dovuto a dei risultati diversi all’interno del rapporto? Come la morte non giustificata di Troy Greene? Le chiede se, temevano che Brandi potesse usare tale rapporto per fare causa per omicidio colposo? E quindi, è per questo che volevano che lei si dichiarasse colpevole? Così da non farli causa per milioni di dollari. L’avvocato dice che la legge prevede che l’accusa abbia ampio margine decisionale per sporgere denuncia, Michaela ribatte, dicendo che è proprio lui che decide come applicare le leggi. Allora Michaela,  chiede se lui crede davvero nell’accusa di concorso di omicidio della sua cliente ,e se lui risponde di sì , allora sono le loro peggiori decisioni a definirli, e devono portarne il peso per il resto della vita e questo include chiamare “assassina” una persona innocente , perché Brandi ha commesso un solo errore, ovvero di desiderare una vita migliore, ed è per questo che è rimasta in auto mentre lui rubava il denaro , eppure l’avvocato ritiene  che l’abbia commesso lei l’omicidio. L’avvocato nega di averlo detto, Michaela ribatte perché lui non crede nelle accuse, presenta al giudice una mozione per citare il rapporto  del procuratore sulla morte di Troy Greene, insieme alle e- mail dell’avvocato Richt, Il giudice chiede di ritirare le accuse di concorso in omicidio o sarà lei stessa a citare quel rapporto. Michaela vince la causa. Grande Michaela e ci voleva tanto? Devi soltanto arrabbiarti più spesso per arrivare ad una soluzione . Annalise uscendo dall’aula di tribunale, viene pressata da Vivian che ha trovato strane le parole di Michaela, come se in qualche modo lei sapesse cosa si prova a far parte della morte di qualcuno, e le chiede se non riguardi Sam, ma interviene Gabriel che le dice che Annalise non è colpevole di nulla e la difende .Vivian le chiede, infastidita, come mai lui la difenda ancora, allora lui le risponde che sa come gestirla, dopodiché le rivela la verità: ovvero che lui ha ucciso Paul, il suo fidanzato, però lui dice che è stato un incidente, voleva soltanto che lei si rendesse conto che lui non andava bene per lei ( certo … e quindi si uccide una persona?) le dice che voleva proteggerla. Beh, un psicopatico e assassino lo sei di sicuro. Come si fa a far finta di nulla davanti a queste dichiarazioni ? Però credo che la causa di tutto ciò sia sua madre, e lei che ha generato un figlio del genere, perché ora che lo sai devi fare l’unica cosa, se è vero che tieni a lui e dici che è un brav’uomo  e un bravo figlio, allora deve denunciarlo per omicidio. Frank, grazie al tassista, ha scoperto che Laurel è andata in un “nascondiglio” okay … quindi stiamo giocando al gatto e il topo? Annalise rimprovera Bonnie di non averle detto che l’hanno licenziata, e lei le rivela che ha falsificato il verbale d’arresto per Vivian e che l’FBI l’ha scoperto, Annalise appare sconfortata, ma Bonnie le dice che è positivo che l’FBI non ha presentato delle accuse contro di loro, e le fa notare che allora se avessero delle prove, perché farli spiare dall’ ex moglie tossicodipendente di Sam? In effetti su questo devo dargliene atto. Vediamo la sig. ra Maddox che si è presentata dall’ FBI dicendo che ha qualcosa di nuovo per loro e che riguarda suo figlio ( non incastrerà mai suo figlio!) Gabriel torna nel suo appartamento e trova un biglietto di sua mamma che le dice che lui è una brava persona, Annalise no. Avrei un po’ da ridire su questa affermazione. Dopo trova una scatola, la stessa che contiene il caso 2882 del dottor. Sam Keating . Gabriel ape il contenuto e ci sono delle registrazioni ( cos’è 13 Reasons Why per caso?)  Gabriel ne prende una a caso e c’è una sigla

: A. Harkness . L’FBI dice a Vivian che non possono offrire l’accordo a suo figlio finché non dia prove che aiutino il caso , Vivian usa la carta del ”perché non dovreste, visto che avete l’avete incastrato per terrorismo” e dice che ora sa che incastrano persone innocenti per costruire un caso.  l’ FBI dice che Annalise Keating non è innocente, e lei dice che non è compito suo provarlo, ma il loro. Allora l’FBI la minaccia, dicendole che se si tira indietro allora non avranno più motivo di tenere secretate le accuse per traffico di droga ( quindi c’è un ricatto tra di loro? Un tacito accordo) .Vivian non si fa intimorire e dice che se vogliono possono provarlo, e magari si potrebbe far difendere da Annalise stessa. Gabriel dice a Michaela che ha sentito una delle registrazioni, sono sedute di terapia con Sam e le fa sentire qualcosa anche a lei , dato che riguarda lei e che non crede che suo padre sia morto: la registrazione è tra Sam e Annalise, e si sente che Annalise rivela che il primo caso a cui ha lavorato era sul suo capo, un avvocato importante, Solomon Vick , e lei pensava di potersi fidare, ma poi ha scoperto che si faceva la moglie di un cliente e che l’ha messa anche incinta : il padre non era il cliente, ma l’avvocato. Frank è andato all’indirizzo, ed è una fabbrica non utilizzata, entra in una stanza dove ci sono i giocatoli di Christopher e la culla, ma si presenta qualcuno: Xavier Castillo … Bonnie avvisa Nate che ora lavora per Tegan e potranno portare a termine il loro piano .Nate è stato convocato dall’FBI e si tratta di Ronald Miller,  ci sono nuove prove che portano a credere che non fosse coinvolto nella morte di suo padre , qualcosa che può aiutarli a chiudere il caso, ma prima lui deve darli una mano a chiudere un loro caso, ovvero: Annalise Keating.  L’episodio si conclude con flash – forward, il sangue, la possibile arma del delitto e la bara( però non vediamo la foto di Annalise questa volta)  poi vediamo l’FBI che dice a Michaela,che il loro informatore è deceduto.

Poi l’inquadratura ci mostra che L’FBI sta interrogando un’altra persona: Connor Walsh , l’ FBI chiede a Connor di parlare e migliore sarà l’accordo, lui però si appella al diritto di rimanere in silenzio . Allora l’ FBI rilancia, dicendo che la signorina Pratt è qui accanto col suo avvocato adesso, e che le hanno offerto un accordo per collaborare, e chiedono  se lui vuole vedere una prova, la prova dell’omicidio, e dicono che  è stato lui e vogliono sapere il perché.  Connor, terrorizzato guarda la foto, ma si intravede soltanto del sangue e basta, inizia a sorridere in modo strano, come fosse un sociopatico, poi tutto si trasforma in una risata, una risata che poi diventa isterica diventando un attacco di panico e collassa completamente per terra.

Okay … io sono sconvolto! Non ci sto capendo più nulla. Devo dire che le cose si stanno facendo più confuse del solito. E io sono come sempre, pieno di tane domande e poche, poche risposte:

 

– Prima fra tutte, Connor Walsh morirà? Questo finale di episodio mi ha sconvolto, mi rende nervoso e mi confonde parecchio … e se fosse lui l’informatore deceduto  e quello che tradirà Annalise? Lo ipotizzo, perché Jack Falahee ( ovvero l’attore che interpreta Connor) disse che avrebbe avuto meno scene, e già in questo episodio lui appare  poche volte, non saprei. Magari vogliono soltanto depistarci?

– Che omicidio sta vedendo nella foto? Quello che avvera? O quello che è avvenuto? Ovvero di Sam? Perché Connor ha avuto la tipica reazione di isteria più totale che ebbe quando fu ucciso Sam Keating.

–  O è Nate l’informatore deceduto? E quindi, sarà lui che forse tradirà Annalise? Forse perché si sentirà costretto nel scegliere tra suo padre e lei? Non lo so, anche questo mi confonde e di parecchio.

–   Chi sarà questo informatore deceduto ?Nate, Connor, Gabriel, Vivian o Tegan? Chiunque potrebbe fregare Annalise e poi successivamente fare una brutta fine.

– Di Tegan ci possiamo fidare? E’ stata lei ad uccidere Emmett Crawford?

–   E se ci sta sfuggendo qualcosa? E se l’informatore deceduto potrebbe essere  un’altra persona? Una persona insospettabile?

– Perché Xavier Castillo si è presentato nel “ nascondiglio “ di Laurel? Forse anche lui la sta cercando? A che gioco sta giocando la nostra sociopatica preferita?

– Perché Annalise ha nuovamente mentito a Michaela? Perché non le ha detto che suo padre in realtà è vivo? Per proteggerla? O per proteggere se stessa?

– La domanda delle domande: Annalise morirà? Chi l’avrà uccisa? Ci sono tanti di loro che avrebbero un movente, ovviamente Michaela resta la più quotata . Ma resto ancora convinto di una cosa, ovvero che non è lei che morirà secondo me, e quindi, si stanno soltanto prendendo gioco di noi. Questa volta avete notato che quando mostrano la bara, non inquadrano la foto di Annalise?  E vi dirò, non credo sia una coincidenza.  Detto ciò, credo che fino alla fine impazzirò! Però questa sesta stagione a me sta piacendo, mi piace che mi confonde sempre di più e senza darmi qualcosa di certo e sicuro, d’altronde,  How To Get Away Whit Murder ci ha abituato a tutto ciò da sempre. E poi, mi piace che ci sia l’assonanza con la prima stagione: le atmosfere, le musiche, e alcune inquadrature, mi riportano alla prima stagione: come se fosse un tributo alla serie stessa e a noi fan.

Vi do appuntamento al prossimo episodio miei cari Keating.

 

Domenico Di Pinto

Precedente 911 - 3x05 - Rage - Promo Successivo Recensione The Walking Dead 10×02: Noi siamo la fine del mondo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.