Crea sito

How To Get Away Whit Murder – Recensione 6 x02 – Vivian’s Here

Prima di fare la mia analisi ( abituatevi perché sono logorroico) del secondo episodio, vorrei fare i miei complimenti a CONNOR WALSH  ho visto il Connor che conosco e che amo in questo secondo episodio, e secondo me, forse non tutti saranno d’accordo con quello che dirò, ma Connor non ha bisogno di Annalise per splendere. E comunque, è davvero bello che nel bel mezzo della storyline : Annalise e Keating Five,  padre di Michaela e dov’è Laurel? Si dia comunque spazio ai casi sulla dignità umana e le ingiustizie giudiziarie, mi riporta esattamente alle scene forti delle prime stagioni. Detto ciò, cominciamo con la recensione del secondo episodio: Annalise ritorna ad insegnare e fare lezione alla Middleton, si prepara l’inizio del semestre nuovo e ultimo di scuola di legge(coincidenze?) Annalise spiega ai suoi studenti che dovranno prendere una posizione ai loro casi, cito testuali parole di AK:

“ Io sono qui soltanto per darvi una corda e impiccarvi .” Fate un po’ voi.  Annalise assegna un nuovo caso e un nuovo cliente , Hector Diaz che ha attraversato il confine illegalmente da Sinaloa in Messico e sta cercando asilo. Entro due ore dovranno esporre una strategia alla C&G. Nel bel mezzo della lezione, Asher  chiede spiegazioni su Laurel Castillo, se è vero che ha lasciato il corso e se qualcuno ( ovvero lui) debba prendere il suo posto. Nello stesso momento, alcuni studenti fanno  notare ad Annalise che anche Michaela  non è presente alla lezione, così ci viene mostrato quello che è successo dopo la rivelazione  su suo padre. Annalise racconta a Michaela che non conosceva suo padre, dice che era soltanto una tirocinante nel suo caso, ovviamente Michaela è convinta del contrario ( e come darle torto?) .

Annalise, forse spaventata dalla reazione di Michaela, le chiede di poggiare per terra l’attizzatoio in ferro (ricordatevi bene l’oggetto in questione ) e parlare con calma , le spiega che era una studentessa della Tennessee e che si era offerta come volontaria allo studio legale che lo difendeva ( esistono coincidenze con Annalise Keating?Non credo) . Michaela insinua che forse è questo il motivo che ha indotto Annalise a sceglierla tra i Keating Five, ma Annalise continua a sostenere di non conoscerlo. Tra le due donne si è appena creata la faida iniziale. Torniamo al presente, Annalise  dice che Michaela è malata, poi affida il banco ad Asher . Connor e Asher ribadiscono anche loro di non credere alla versione che lei ha dato a Michaela, Connor approfitta per chiedere ad Annalise come mai fosse stato scelto per essere uno dei Keating5 ( ma davvero Connor? Dovresti essere grato alla Queen che ti ha scelto! A volte lo trovo fastidioso, irriverente e un ingrato stronzetto! Anche se io lo amo follemente) Annalise ironizza dicendo che è uno dei suoi figli segreti come tutti ( non sarà che davvero Annalise è la mamma di tutti loro? In questa serie tv tutto è possibile … si scherza) .

Nel frattempo Michaela e Oliver stanno cercando informazioni sul padre e che risalgono le ultime al 2005 e dopodiché il nulla . Michaela crede ci sia lo zampino di Annalise e cosi decide di telefonarle e dirglielo, alche Annalise, stanca e infastidita, minaccia la ragazza di bocciarla se non andrà a lezione, allora Michaela che di certo non è una che incassa facilmente, le risponde minacciandola che dirà tutto alla commissione disciplinare riguardo la sua ricaduta ( bisogna ammettere che Michaela ha dei tratti caratteriali simili ad Annalise). E come se non bastasse, a complicare la vita di Annalise ci pensa anche Vivian Maddox che le va a fare visita al campus e attacca e accusa la donna che oltre ad averle fregato suo marito all’epoca (Sam) ora lo sta facendo col figlio. Annalise spiega che di Gabriel non sapeva davvero nulla e neanche che Sam lo sapesse, allora Vivian rivela che in realtà Sam sapeva di suo figlio perché è così che all’epoca è tornato da lei dopo averla tradita con Annalise( ma che m***a era Sam?)  però Vivian l’ha mandato via e ha mentito a suo figlio dicendole che suo padre non aveva voluto prendersi le sue responsabilità. Annalise le consiglia di chiarire la questione con suo figlio, allora Vivian ribatte chiedendole se lei avesse ucciso Sam o fosse coinvolta. Quindi è questo il motivo per cui è a Philadelphia? Vuole vendicare la morte di Sam? O vuole semplicemente distruggere la vita di Annalise? Sport preferito di tutti ormai.

Nel frattempo Frank, è in banca, sta cercando di capire dove porta la chiave  che ha ritrovato di Laurel, scoprirà che appartiene ad una cassetta di sicurezza e che lei è una dei titolari: c’è un secondo titolare ed è un membro della famiglia ( sempre più strana questa situazione). Annalise torna alla C & G, Asher e Connor espongono le loro strategie, così Annalise decide di affidare il caso a Connor e secondo avvocato Asher. Notiamo che Tegan in realtà ne risente di non essere ancora accettata come capo perché è una “donna”, questo non fa che avvalorare l’ipotesi che forse è proprio lei ad aver fatto fuori Emmett, o forse c’entra qualcosa perché lei era disposta ad avere il monopolio in azienda? Ci stanno confondendo parecchio. Asher e Connor stanno per incontrare il loro cliente, che poi si rivela un irrequieto e distaccato bambino di otto anni, Annalise mette al corrente Nate e Bonnie dell’arrivo di Vivian e che forse la donna stia collaborando con l’ FBI  o Hannah Keating e mostra loro ciò che aveva trovato Frank. Annalise chiede a Bonnie di risolvere tutto e far tornare lei e suo figlio a Chicago. Nate mostra alle due donne un filmato di Tegan 10 anni fa nella sede messicana della C & G assieme a Jorge e nello stesso periodo in cui fu rapita Laurel e poi rilasciata sempre dall’azienda. Nate sospetta che forse sia stata Tegan a negoziare all’epoca e che di quella donna non riesce a fidarsi ( che sia davvero un piano congeniato di Tegan?)  Asher e Connor chiamano in soccorso Tegan  che sa parlare  il messicano per aiutarli con Hector, il bambino sembra sentirsi più sicuro con Tegan e disegna sul foglio un uomo che raffigura un agente dell’immigrazione e sembra che il bambino sia traumatizzato da questa gente. Gabriel ha un confronto con sua madre, è arrabbiato con sua madre perché aveva mentito su suo padre e rivela di averlo in realtà conosciuto quando aveva 11 anni ( ma sua madre era all’oscuro di tutto) ,Vivian dice a suo figlio di aver mentito per proteggerlo, perché Sam in realtà non era un brav’ uomo per tutti. Io ho capito una cosa di questi due: sono due bugiardi patologici, mamma e figlio. Michaela racconta ai ragazzi di Vivian ( la quale pensano che lei collabori con l’FBI perché non è una coincidenza che sia arrivata nello stesso momento in cui l’FBI è alle loro calcagne)  sempre Michaela, rivela che in realtà Gabriel abbia ucciso il fidanzato di sua madre( questo non fa che aumentare i sospetti su di lui: ho sempre pensato che fosse disturbato, forse anche peggio di Wes). Nel frattempo Frank è andato a trovare in prigione Jorge Castillo per chiederle di Laurel, Jorge suppone che in realtà lui lo sappia e si rifiuta di aiutarlo, poi Frank decide di chiedere il suo aiuto mostrandoli la chiave di sicurezza. Racconta a Jorge che la chiave appartiene a un deposito di sicurezza e che oltre a Laurel un altro membro della famiglia è proprietario, ma Jorge dice di non essere lui e ribadisce che sua figlia ha qualcosa che non va da quando è bambina, che ha fatto tutto ciò per vendicarsi di lui, che lui ha provato a salvare Christopher da lei, perché lei distrugge ogni uomo della sua vita: lui, Dominick, Wes e ora Frank.  Jorge conclude l’incontro consigliandoli di salvare il bambino da lei prima che lo distrugga.

Questo mi fa pensare che forse davvero Laurel non è chi dice di essere, e che forse, suo padre non ha tutti i torti.  Asher rivela ad Annalise ( dopo aver sentito Michaela e Gabriel parlare) che lui ha ammazzato il fidanzato di sua madre, che può essere il movente per farli rispedire a Chicago, Nate chiama Annalise  e le rivela che Tegan è a pranzo con Vivian Maddox. Vivian dice a Tegan che Annalise è coinvolta in attività illegali e che è preoccupata per suo figlio. Tegan  è confusa, ma intuisce che forse Vivian lavora per la Telesco. Lo rivela ad Annalise , però Annalise sembra titubante e poco incline nel fidarsi di lei, così Tegan le ricorda che l’ha coperta con la “Spa” in California, mentre lei era in ufficio a sentirsi braccata dall’FBI e ad essere additata come “colpevole” della morte di Emmett  (ovviamente non si può ancora escludere questa opzione) Annalise decide di fidarsi di Tegan che le ricorda che è l’unica amica di cui può fidarsi. Ma sarà proprio così? E se fosse una recita da parte di Tegan? Michaela si trova in Virginia è sta indagando su suo padre, nel frattempo Bonnie  sta cercando di scoprire di più sul documento segretato su Vivian, ma essendo che non riesce a trovare nulla, decide di agire a modo suo: crea un nuovo documento del report dell’arresto di Vivian, ovvero possesso di cocaina, poi lo stampa e firma e lo presenta al dipartimento di giustizia dicendo che il suo boss le ha chiesto di stare addosso ai delinquenti minori, in poche parole? Ha falsificato dei documenti e messo a repentaglio la sua carriera, cosa che fa sempre per Annalise: mettere tutto a rischio.  Dopodiché, Bonnie si presenta da Annalise e le mostra il fascicolo federale e dice che Vivian è in libertà vigilata per droghe e metamfetamina, ed è stata arrestata per traffico di droga. Annalise capisce che Bonnie sta nuovamente mettendo a rischio la sua vita e  le chiede di prendersi cura di se, poi le rivela che questa volta sente che verranno beccati tutti, non è se, ma quando le dice.

Però è bello vederle cosi, nonostante tutto, è bello vederle legate e unite: Bonnie è la colonna portante di Annalise e così viceversa.  Connor ha scoperto ( grazie a Oliver in qualche modo) che Hector è stato separato da sua madre Marisol, che ora vive nel Maryland e lavora lì, poi ha fatto venire suo figlio lì con altre persone. Annalise dice a Connor che Marisol non può testimoniare perché quelli dell’immigrazione approfittano e usano i bambini come Hector per arrestare genitori senza documenti e verrebbero deportati.

Annalise dice a Connor che dovrà essere lui a trovare il piano B, che lei non potrà esserci sempre.

Sono d’accordo con lei: Connor deve imparare a farcela da solo. Annalise deve risolvere un’altra questione nel frattempo: acquista della metamfetamina da una pusher ( una cosa alquanto insolita, sicuramente fa parte del suo piano). Il mattino dopo parla con Frank e le chiede di piantare in Vivian la metamfetamina e che lei poi farà il resto. Ma si è impazzita Annalise? Okay che a male estremi, estremi rimedi, ma qui si esagera proprio. Frank si rifiuta e  distrugge tutto nel tritarifiuti, Annalise è stranita  e le chiede spiegazioni, lui le dice che l’FBI li sta alle costole, quindi è meglio essere più intelligenti ( per una volta in tutta la mia vita sono d’accordo con Frank Delfino) , poi le rivela che ha trovato,nella stanza di Laurel, una chiave di una cassetta di sicurezza e che appartiene a qualcuno della famiglia, Annalise li dice che in realtà è Wes il membro ( ci viene mostrato un momento in cui Wes rivelava ad Annalise che in quella cassetta di sicurezza c’era tutto quello che serviva per sbatterli tutti in carcere : dall’omicidio di Sam, Rebecca ecc … ) insomma, una bomba letale!  Avviene l’udienza per Hector, e Connor ha attuato il suo piano: chiama a testimoniare un agente dell’immigrazione e subito Hector, riconoscendolo, urla terrorizzato. Il giudice sembra spaesato, però Connor rivela che in realtà l’agente non è dell’ immigrazione, però la reazione di Hector è reale, Connor l’ha fatto per mostrare in che condizioni viveva il suo cliente. Ovviamente la controparte ribatte che le condizioni di vita non sono il problema, allora Connor cita l’articolo 37 della convenzioni ONU sui diritti dei bambini che dice che nessun bambino è soggetto a torture , e che anche solo per questo, Hector avrebbe il diritto di asilo. Interviene Tegan, presente in aula, dicendo che l’anno scorso, il presidente della Corte Suprema ha scritto che l’internamento dei nippo- americani nella seconda Guerra Mondiale, è stato “moralmente ripugnante “ , poi fa notare che il bambino versa in condizioni  che non sono moralmente ripugnanti. La controparte ribatte nuovamente dicendo che le dichiarazione di Korematsu, è un caso che non è mai stato revocato,  allora Tegan rincara la dose citando il Capo della Corte Suprema e smentendo categoricamente la sua dichiarazione,  ovviamente la controparte fa notare che si parla di centri di processi agli immigrati  e non si parla di campi ai tempi della guerra. Connor perde le staffe e dice che almeno sei bambini non americani sono morti sotto la custodia dell’immigrazione, che quello che loro stanno facendo non è così diverso da quello che fecero ai giapponesi, e che non intende vedere il suo cliente morire per colpa della negligenza e crudeltà in cui vive sotto le mani del  Governo Americano   ( spettacolare Connor! Ha uscito le palle! Finalmente!)  Nonostante il giudice sia d’accordo, deve rimandare il processo basandosi sullo stato mentale del suo cliente .

Il giudice però decide di metterlo in affidamento e di approvare la causa di Connor.  Si nota che tra Tegan e Hector ( la quale riesce a comunicare con lui) c’è empatia e fiducia, non sarà mica che Hector verrà adottato da Tegan? Per la prima volta il bambino parla con la sua voce e abbraccia la donna ( vogliono farci capire qualcosa?) Connor promette che riuscirà a farlo riunire a sua mamma anche se sa che non è facile soprattutto per l’asilo di entrambi. Nate informa Annalise che Vivian sta parlando con  l ‘FBI al momento.  Così Annalise va a farle visita e la minaccia sul fatto che il figlio ha ucciso il suo ragazzo, Vivian ammette di sentire ancora Hannah e che magari sarebbe contenta di sentirla per telefono, Annalise la minaccia dicendo che se lo fa, allora lei dirà tutto quanto alla’ FBI e cerca di intimidirla perché se lei avesse dei  microfoni, allora loro potrebbero sentire che il figlio ha passato al suo fidanzato le pillole che lo hanno ucciso. Vivian invece dice che il fidanzato è andato in overdose, ma Annalise ribatte dicendo che Gabriel volesse che lui andasse in overdose e se l’FB lo sapesse, li farebbe passare i guai e potrebbero decidere che è lui il cattivo e non lei

( colpita e affondata cara Vivian!) . Bonnie viene licenziata con effetto immediato perché l’FBI ha scoperto che ha inventato e falsificato documenti su Vivian Maddox. Ma brava Bonnie! Teniamo il profilo basso mi raccomando.

Annalise dice a Vivian che deve prendere suo figlio e andare via, lei è d’accordo ma non accetta che li si dica cosa fare o come crescere suo figlio, allora Annalise le consiglia di sotterrare l’ascia di guerra e di superare che 25 anni fa le ha rubato il marito perché è ridicolo

deve superarlo .Sono d’accordissimo con lei. Allora Annalise cosa doveva fare?  Visto che è stata tradita ripetutamente dal marito? Vivian le dice che Sam era l’unico a farla sentire perfetta anche se lei non lo fosse( se vabbè  … Sam era proprio una merda di uomo, altroché)  Annalise le fa notare che anche a lei la trattava nella stessa maniera: e quindi non era qualcosa di unico nei suoi confronti dopotutto. Ed è questo che le mette sullo stesso piano, ma Vivian pensava fosse solo così con lei e basta. Quindi mi state dicendo che è questo il motivo di odio nei confronti di Annalise? Perché lui ha tradito lei con Annalise? Davvero? Perché se fosse così, sinceramente è deludente come motivazione. Nel frattempo Michaela a New York ha scoperto la verità su suo padre, Frank torna  in banca e si spaccia per Wes con un documento falsificato per  accedere alla cassetta di sicurezza ( e meno male che dovevano essere “intelligenti e cauti” eh?)  Frank apre la cassetta ma è completamente vuota e scopre che l’ultima persona ad avere accesso è stata Laurel Castillo e tre giorni fa ( quindi Laurel si sta prendendo gioco di tutti allora?) o dello stesso Frank? Vivian si presenta dal figlio e lo accusa di aver ammazzato il suo fidanzato Paul ( lo dicevo io che era un sociopatico Gabriel) Michaela va da Annalise e le rivela che suo padre è morto in prigione l’anno scorso, è sconvolta e accusa lei la colpevole, perché avrebbe potuto conoscerlo se lei le avesse detto tutto. Michaela esprime la sua rabbia e odio nei confronti di Annalise  però poi finisce per sfogarsi e arrendersi tra le braccia della donna. In fine, ci viene mostrato un flash – forward, dove vediamo la  foto di Annalise e la bara, e  vediamo Michaela in un stanza dell’interrogatorio sembra sfatta e stanca, poi entra l’ FBI e si scopre che l’hanno arrestata. L’FBI  rivela che l’informatore che avevano tra le mani è morto e che le sue impronte digitali coincidono  con quelle sull’arma del delitto. Michaela  però non sembra essere cosi spaventata all’idea di essere accusata e chiede di vedere il suo avvocato.

Anche questo secondo episodio mi ha lasciato perplesso e dubbioso, e ci sono come sempre troppe domande e poche risposte:

—  Secondo voi, davvero Annalise non conosceva il padre ( morto) di Michaela? Io dei dubbi su tutta quanta la storia

—  Laurel è davvero quella che dice di essere e di mostrare? E se Jorge Castillo avesse ragione su di lei? E se fosse davvero affetta dal famoso sdoppiamento di personalità?

— Se Laurel è davvero “sparita”, allora chi è la persona a nome suo che si è presentata per prendere tutto quanto dalla cassetta di sicurezza? E se fosse davvero Laurel, allora a che gioco sta giocando?

—  Vivian Maddox è soltanto gelosa di Annalise o vuole scoprire la verità sulla morte di Sam??

— Tegan è davvero lei ad aver ucciso Emmett? O sta collaborando con qualcuno? Annalise dovrebbe fidarsi di lei?

—  Perché vogliono farci credere che sarà Annalise a morire e che sia per mano di Michaela?

— Perché si stanno focalizzando sull’ attizzatoio in ferro come “arma del delitto”? ( lo stesso che Michaela aveva aizzato contro Annalise durante il loro confronto)

—  Cosa stanno cercando di farci capire? Che Michaela ucciderà qualcuno?  Io non credo sia cosi, ho anche una teoria sulla “morte” di Annalise, c’è qualcosa che non mi convince … troppe cose strane. Però potrò esprimermi più avanti e continuare con gli episodi per capire se la mia teoria sia giusta o farà acqua da tutte le parti.

Detto ciò, spero sia stata di vostro gradimento la mia recensione. Vi do appuntamento, se vorrete, al prossimo episodio.

Ah, se ci avete capito qualcosa di questo secondo episodio ( perché  io sono confuso) allora fatemelo sapere, grazie.

Domenico Di Pinto

GUARDA ANCHE:

How to Get Away With Murder – 6×03 – Do You Think I’m a Bad Man? – Promo SUB ITA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.