Game of Thrones: Recensione e riassunto dell’episodio 8×06 – The Iron Throne

Siamo arrivati al termine della nostra avventura.

Per tutti questi anni i personaggi di GOT sono stati la nostra seconda famiglia, le terre del Westeros la nostra seconda casa. Abbiamo scalato muri di ghiaccio, cavalcato draghi e ci siamo trasformati in assassini silenziosi. Ci siamo affezionati ai personaggi, che nel corso della storia ci hanno abbandonato a poco a poco.

L’ultima puntata è seguita con un misto di amarezza e delusione. Avremo sperato forse in qualche episodio in più e molto probabilmente sarebbe veramente servita qualche ora di programmazione in più, per sciogliere meglio una trama che si aveva fretta di finire.

A mio parere, si è voluto concludere la storia a tutti i costi. Forse da parte degli autori non c’era più quella spinta creativa volta a proseguire un racconto già abbastanza complesso.

Non posso dire di essere soddisfatta di come siano andate le cose. Mi sembra però ridicolo che alcuni fan in America stiano addirittura muovendo una petizione affinché venga riscritto il finale.

Ormai quel che è fatto è fatto! HBO ha guadagnato milioni di dollari e voleva che la serie continuasse, ma Dan Weiss e David Benioff hanno deciso di chiuderla qui. Forse perché impegnati in altri progetti? Si vocifera che siano coinvolti nella saga di Star Wars. 

ATTENZIONE: SPOILER  

L’ultima puntata è un disastro!

Finale banale e scontato. Avevamo già capito dal primo episodio di questa ultima stagione che Daenerys non sarebbe riuscita a sedere sul Trono e quando lei, camminando nella grande sala semi distrutta, ha osservato l’Iron Throne senza sedersi, in cuor mio avevo già capito che non lo avrebbe mai più fatto.

Jon compie un gesto stupido. C’era davvero bisogno di uccidere Daenerys in quel modo? Si è cercato forse di imitare le prime stagioni di Got (prese dai romanzi di Martin), dove i personaggi morivano per i motivi più improbabili. Questa volta però sapevamo tutti che Jon sarebbe andato da Dany a fare qualcosa di estremo, mosso da Tyrion, per salvare le sorelle.

Long live the King Bran The Broken!

Scelto come Re, sotto consiglio di Tyrion, perché chi meglio di lui poteva regnare per il bene del popolo, conoscendo già il futuro? Nessun pathos… tutto molto scontato.

Che il povero Jon venisse nuovamente confinato ce lo dovevamo aspettare… Jon è l’incarnazione dello sfortunato che merita di essere Re ma non ne ha il coraggio e alla fine nessuno lo prende in considerazione. Perché Bran davanti a tutti non ha rivelato la vera identità del fratello?
Forse un sequel? Lui che va via insieme ai Folk, magari un giorno qualcuno lo andrà a chiamare perché scoprirà casualmente che era il legittimo erede al trono, magari tornerà indietro insieme al drago…

Sansa alla fine non apporta alcun cambiamento nella storia. Invece, la presenza di Arya, che nel terzo episodio (The Long Night) sembrava essere diventata il personaggio dell’anno, la paladina che avrebbe portato onore nella casa degli Stark, è andata a poco a poco svanendo; fino ad essere una presenza più che marginale. Praticamente inutile.

Tutti ricordiamo che, sempre nel terzo episodio, Melisandre aveva detto ad Arya: «Brown eyes, green eyes, blue eyes… Eyes you’ll shut forever». Brown eyes riferito a Walder Frey, Blue eyes riferito a The Night King e Green Eyes? Si vociferava Cersei o Daenerys ma così non è stato. Allora di chi sono gli occhi verdi? Forse qualcuno che ha già ucciso (Littlefinger)? O forse questa è la base per un sequel?

Anche il finale, lei che parte con la nave in cerca di nuove avventure, potrebbe avvalere l’ipotesi di un sequel.

E voi cosa ne pensate? Fateci sapere nei commenti se siete soddisfatti di questa ultima stagione e quali sono le vostre opinioni riguardo un ipotetico sequel.

Giulia Guglielmi Maes

Riassunto GOT 8X06 – The Iron Throne 

Non è tempo dei sorrisi e dei festeggiamenti…

Le strade prima piene di vita, poi cariche di paura, sono ora sepolte dalle ceneri e dalla neve.

È sceso l’inverno sulla Capitale dopo il calore delle fiamme.

Tyrion, Jon, Ser Davos e una manciata di uomini camminano per le strade in cerca di qualche sopravvissuto. Poi Tyrion prosegue solo verso il castello in cerca del fratello e della sorella e li trova sotto un cumulo di macerie.

Intanto Jon e gli altri si imbattono in Grey Worm e un gruppo di Unsullied intenti a giustiziare gli ultimi uomini rimasti nella città, Jon chiede di fermare questo massacro ingiustificato, la guerra è vinta, ma Grey Worm esegue gli ordini della Regina dei Draghi.

Snow si dirige da Daenerys, lei scende dal drago e dall’alto di una scalinata, dove campeggia la bandiera dei Targaryen, fa il suo discorso verso le sue truppe e annuncia di voler proseguire finché tutto il mondo non sarà libero dalla tirannia (secondo il suo immaginario) e uccidere chiunque si opporrà al suo volere.

Tyrion dietro la osserva, poi Daenerys si volta e gli dice che ha tradito la sua Regina andando a liberare il fratello. Lui risponde che si, ha liberato il fratello, ma lei ha ucciso una città intera!

Viene arrestato e portato nelle prigioni.

 

Jon la guarda allibito, lei non gli rivolge la parola e se ne va. Arya si affianca al fratello e lo mette in guardia sul fatto che nello sguardo della Regina dei Draghi vede quello di una assassina e che molto probabilmente lui sarà il prossimo.

Jon allora va da Tyrion nelle prigioni.

L’uomo confessa che se ce ne fosse l’occasione tradirebbe nuovamente la Regina, dopo aver visto di cosa è stata capace. Lei non si fermerà finché non avrà “liberato” tutto il mondo. Prosegue dicendo: «Tu lo avresti fatto? Avresti bruciato la città?»

«Non lo so…»

«Tu non la vuoi tradire, ma tu lo sai… So che la ami, anche io la amo, non come te ma… ma credo in lei con tutto il mio cuore. L’amore è più potente di ogni cosa. Pensi che io sia l’ultimo che lei condannerà a morte? C’è qualcun altro che minaccia l’Iron Throne».

«È la sua decisione, è lei la Regina».

«E le tue sorelle?»

Jon va da Dany, a guardia dell’ingresso c’è Drogon che lo lascia passare.

Daenerys è davanti l’Iron Throne, lo guarda estasiata ma non si siede.

Jon entra nella stanza, le dice che sono stati uccisi tutti nella città, donne e bambini, senza pietà. Lei non sembra pentita, era un sacrificio necessario. Le persone non devono decidere cosa è giusto o sbagliato, lei sola può fare questa scelta perché lei sa quale è il bene.

Infine Dany chiede a Jon di essere sempre al suo fianco.

Lui la bacia e poi la trafigge con un pugnale.

D si accascia a terra e muore.

Giunge il drago, osserva il corpo a terra, inizia ad agitarsi e poi si prepara per far uscire il fuoco dalla sua bocca, ma non su Jon, bensì sul trono.

L’Iron Thron sotto il calore delle fiamme si scioglie per sempre.

Poi il drago vola via portando con sé Dany.

Morta la Regina, Tyrion viene portato davanti al “Gran Consiglio”, che deciderà della sua sorte.

Sansa chiede dove sia il fratello.

 

Ser Davos chiede a Grey Worm di lasciare la città, la guerra è finita, lui e il suo gruppo di soldati può ricominciare una nuova vita stabilendosi in una nuova terra. Il soldato non accetta perché deve essere fatta giustizia.

Interviene Tyrion: «È compito di un Re e di una Regina prendere decisioni di questo tipo».

Dal momento che la Regina è morta, chiede al Consiglio di eleggere un nuovo Re o una nuova Regina tra i presenti, che possa decidere sulla sorte di Jon.

Si alza lo zio di Sansa, Arya e Bran, ma viene subito messo a tacere dalla maggiore.

Sam suggerisce di far prendere questa decisione al popolo, ma nessuno lo ascolta.

È di nuovo Tyrion a prendere la parola, che propone Bran come nuovo Re, in quanto può prevedere il futuro.

La mozione viene accolta, Bran accetta perché aveva affrontato questo lungo viaggio proprio per questo motivo ed inizia il tempo di Bran The Broken. Sansa però non accetta di sottomettere le sue terre ad un Re (seppure sia questo il fratello). Il Nord deve tornare ad essere libero.

Viene trovato un accordo su Jon: dovrà prendere servizio nei Night’s Watch.

 

Gli Unsullied salpano verso le terre di Naaht.

Arya decide di partire ad Ovest del Westeros, dove non si è mai spinto nessuno.

Sansa diventa Regina del Nord.

Bran è Re dei 6 Regni.

Jon saluta per l’ultima volta le sorelle e il nuovo Re prima di partire per sempre.

Al muro lo attende Tormund e Ghost ed insieme ai Folk si incammina oltre il muro…

Precedente Game of Thrones - Finale record visto da 19 milioni di spettatori Successivo Tales of the City | Teaser [HD] | Netflix

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.