Fortitude – Stagione 2 – Ecco tutto quello che c’è da sapere

In collaborazione con blogames.it

Il gelo e il freddo della piccola cittadina artica di Fortitude, anche in questa seconda stagione, è nulla paragonato agli agghiaccianti avvenimenti che sconvolgono la comunità. Il manto nevoso si tinge nuovamente di rosso, quell’inquietante scarlatto che presagisce qualcosa di terribile, il ritrovamento di un corpo senza vita, questa volta decapitato con precisione chirurgica. Due braccia e due gambe attaccate ad un tronco senza nome né identità, una grana di non poco conto per la governatrice Odegard, già provata dalle sanguinose vicende del primo atto, ed intenta a rimettere insieme i pezzi della città e della sua stessa vita.

Il clima e le tempeste di neve, questa volta, sono accompagnate da una splendida aurora rossa, tanto incantevole quanto minacciosa. L’apparizione di questa meraviglia naturale porta con se una nuovo e criptico spettro, un pericolo di cui ancora conosciamo poco ma che sembra legato sia all’omicidio dello sconosciuto sopra citato, sia al genocidio canino consumato durante la notte. Per non parlare poi delle prime immagini che ci vengono proposte dalla telecamera, immediatamente forti e audaci, ma anche terribilmente misteriose. Un uomo, in apparenza immortale, viene ritrovato con un bambino in mano in una sorta di villaggio dimenticato da Dio, a circa sessanta miglia da Fortitude, circondato solo dalla neve e dalla desolazione gelida del paesaggio. L’uomo, colpito ripetutamente dal fuoco di un fucile, si rialza come se nulla fosse e svanisce nella tempesta.

Ormai definitivamente scampati alla minaccia parassita per merito dei due ricercatori Vincent e Natalie, ora più innamorati che mai, gli isolani rimasti in città, quelli che come la governatrice non hanno abbandonato la nave mentre affondava e sono rimasti quindi a Fortitude, devono far fronte a duplici misteri, forse collegati, e forse no. Come al solito, la serie scritta da Simon Donald corre contemporaneamente su più binari, aprendo porte e portoni nel medesimo istante, senza girarci troppo intorno, collocando più antefatti già nel primo episodio, incuriosendoci a morte e provocando il nostro sguardo ipnotizzato.

Ad ingigantire l’opera c’è la presenza di Dennis Quaid nei panni di Miachael Lennox, un pescatore locale alle prese con problemi economici, un desiderio bramoso di mettere nella propria rete il celebre Granchio Rosso e i guai di salute della sua adorata moglie. Non sappiamo ancora in che modo il famosissimo attore prenderà parte attiva a questi nuovi, arcani enigmi; ma di certo la sua interpretazione brilla fin dall’inizio.

Un altro punto interrogativo che si aggiunge alla già lunga lista della prima puntata è il ritorno dello sceriffo Dan Anderssen, cercato invano dal suo collega Eric (nonché marito della governatrice), e dato ormai per morto, considerata la sua assenza prolungata di un mese circa e le condizioni atmosferiche locali. Dan viene trovato e quasi investito proprio dai coniugi Odegard lungo una strada, infreddolito, provato ed apparentemente fatto servo di qualche strana malattia. Com’è riuscito Dan a sopravvivere alla tomba gelida del territorio e del clima?

Vi ricordiamo infine di seguirci su Fortitude – Italia e Non Solo Serie Tv su Facebook!

 

Precedente Viola Davis in Small Great Things assieme a Julia Roberts Successivo Stranger Things - Stagione 2 - Sarà anche un po' Goonies

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.