Crea sito

Billy & Billie: La recensione della serie

A volte capita di non aver voglia di iniziare una serie tv particolarmente lunga, con tantissimi episodi e infinite stagioni da recuperare. Semplicemente servirebbe guardare qualcosa da poter finire in due o tre giorni, qualcosa di bello, che però a causa della breve durata non sia di una banalità pazzesca. Ecco perché vorrei proporvi alcune serie che possano rispondere a questa necessità.

Il primo gioiellino che vi consiglio si cela dietro lo stupidissimo nome Billy&Billie. La considero una delle serie più belle che io abbia guardato recentemente, ma non voglio dirvi troppo perché rischierei di rovinarla. Perciò vi consiglio, se inizierete a vederla, di evitare di leggere la trama, o quelle piccole righe di descrizione, perché proprio lì si nasconde LO spoiler. Sappiate solo che rientra sotto il tag di serie romantica/drammatica. Quindi argomento principale è una storia d’amore: entrando nello specifico due persone si innamorano, tra le due si crea un’intensa intesa sessuale ma, plot twist,  “questo amore non s’ha da fare” (semicit.)
Cliché? Guardatela e poi ne riparliamo.

 

Adam Brody è uno dei protagonisti. Lo stimo molto come attore, dai tempi di The O.C., ma qui interpreta un ruolo po’ diverso da quello a cui siamo abituati. Insomma scordatevi Seth Cohen perché Billy non centra proprio nulla con il mondo di Orange Country. A proposito, altra cosa che potete sapere senza rovinarvi niente, è che la nostra coppia di innamorati ha lo stesso nome, fonicamente parlando. Billie è invece interpretata da Lisa Joyce, un volto che sicuramente conoscerete. Difatti ha fatto tantissime cose: serie tv e grande schermo, personaggi minori, comparse e ruoli da protagonista. Attrice poliedrica, penso che non riuscirei ad immaginarmi Billie diversamente da lei.


Altro grandissimo nome associare alla serie è quello di Neil LaBute. Regista, drammaturgo statunitense che ha messo mano a parecchie opere negli ultimi anni. Tematica spesso affrontata nei suoi lavori è il rapporto tra i sessi perciò non ci sorprende che anche nel piccolo schermo, e in particolare in Billy&Billie, questa tematica emerga, anche se da un punto di vista diverso dal solito.

LaBute  ha passato parecchi mesi del 2016 a rispondere alla lettere di protesta dei fan dello show che lamentavano il finale di stagione, un finale che lascia aperti tantissimi interrogativi e causa parecchi dubbi che purtroppo non saranno mai dissipati perché la seconda stagione, e qui stanno i principali motivi delle lettere, non è stata confermata. Ecco una delle tante risposte alle lettere dei fan:
“Sorry you didn’t like the finale episode but ultimately a choice had to be made: leave the series as is, with a single season that left much unanswered, OR do what we did and at least give viewers a sense of where things might have gone with the characters and active story lines.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.