Al Comicon di Napoli Tom Cullen per presentare la seconda stagione di Knightfall

Il Comicon di Napoli è certamente uno degli eventi più belli e importanti in Italia fra quelli dedicati al mondo del fumetto, dell’illustrazione, del gaming, cosplay e non solo. L’attenzione rivolta al mondo della serialità e delle serie tv, coadiuvata in una sezione denominata non a caso SERIE TV E CINEMA, trova un ottimo riscontro in termine di partecipazione da parte del pubblico. Giorgio Viaro, curatore della suddetta sezione, è riuscito infatti nella non facile mission di raccontare il mondo della serialità aprendo momenti di riflessione attraverso interventi, interviste e anteprime. Che si decida di dare spazio alla serialità in eventi come il Comicon appare certamente una scelta ben ponderata e vincente considerando l’enorme crescita del mercato on-demand e della serie tv. Che lo si faccia unendo qualità, novità, gusto pop e spirito di ricerca senza cedere a facili snobbismi, non è poi così scontato.

Oltre alla presenza di Jerome Flynn direttamente dal cast di Game Of Thrones, Domenica pomeriggio è stata presentata in anteprima la prima puntata della seconda stagione di Knightfall con l’intervento dell’attore Tom Cullen. Inglese, affabile e sempre pronto allo scherzo, Cullen ha rivelato di aver voluto cogliere immediatamente l’occasione di entrare a far parte del cast della serie. Ha raccontato della grande sfida interpretativa e anche fisica per la realizzazione di Knightfall dove interpreta il ruolo di Sir. Landry.

Se siete alla ricerca di una serie ben fatta, che mescoli storia a vicende come quella del Santo Graal senza cedere a banalità o vicende già viste, allora troverete pane per i vostri denti.

La seconda stagione di “Knightfall”, in onda su History  dal 23 maggio, si presenta molto più oscura con riferimenti più precisi e puntuali al mondo dei crociati senza rinunciare però alle grandi battaglie, all’azione e agli intrighi. Grande pregio della serie è la qualità della riproduzione dei costumi che armonizzano con realismo il susseguirsi delle vicende caratterizzandone l’interiorità dei personaggi.

Le oscure vicende chiamano oscure location misteriose ricche di drammi ed evoluzioni narrative.

Cullen scherza dal palco del Comicon sulla presenza nel cast di Mark Hamill, l’interprete di Luke Skywalker, nei panni di Talus. Certamente è questo un grande punto a favore per la serie.

Alcuni momenti piuttosto poco chiari della prima stagione verranno probabilmente chiariti in questa seconda su cui, evidentemente, History ha voluto puntare molto in termini promozionali ma anche di qualità narrativa.

Precedente Shadowhunters - 3x21 - 3x22 (Series Finale) - Promo e sneak peek Successivo Chambers: recensione e commento della nuova serie horror di Netflix

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.