The Defenders – Recensione episodio 1×02

Il secondo episodio di The Defenders si intitola “Un bel gancio destro” e in puro stile delle serie di Netflix, riparte esattamente da dove il primo episodio era finito, cioè dal terremoto che colpisce New York e che sembra essere tutto tranne che un evento naturale. Questo in sostanza è un episodio che finisce la fase introduttiva iniziata nel primo episodio e inizia a trattare le linee giuda che segneranno la serie.

Il tutto è gestito con una scrittura precisa, una regia abbastanza simile al primo episodio, infatti è ottima e sempre precisa, e in più il tutto si muove in avanti con le giuste tempistiche. Infatti, considerando il fatto che il primo episodio ha tenuto separati i protagonisti, ognuno dei quali era impegnato a seguire la propria via che li porterà verso un’unica strada, il secondo episodio va avanti portando al termine le varie storie e tematica da introdurre e iniziando a collegare gli eroi, ma non mettendoli tutti insieme all’improvviso. Si, perché si inizia da delle coppie che sono formate da un lato Matt Murdock e Jessica Jones e dall’altro Luke Cage e Danny Rand. l’aspetto più importante e più riuscito è che tutti gli incontri sono stati gestiti molto bene, infatti sono stati legati alla storia principale che caratterizzerà la serie. Ecco quindi che Luke, seguendo il ragazzo di Harlem, finisce per imbattersi in Danny. Tra i due sorge qualche attrito, che potrebbe davvero ricordare il primo incontro avvenuto tra gli Avengers, ma l’aspetto che distingue quest’incontro da quello, per esempio, tra Thor e Hulk è l’ambientazione e soprattutto le forti motivazioni personali che hanno portato Luke e Danny in quel posto in quel preciso momento.Poi c’è l’incontro tra Jessica Jones e Matt Murdock che è appunto solo questo: un incontro. Infatti questo avviene a fine episodio e lascia il meglio per il prossimo episodio. Questi primi incontri/scontri sembrano preannunciare un gruppo che farà molta fatica a diventare coeso, ma che potrà fare grandi cose.

Un aspetto che va sicuramente considerato è come gli autori siano stati abili a gestire il primo incontro tra personaggi cosi diversi, perché dopo un episodio e mezzo introduttivo gli spettatori vengono catapultati in quello che volevano vedere sin dall’inizio e, per come sono state gestite queste scene, lo spettatore non può che essere soddisfatto e ha sempre più voglia di continuare il viaggio di The Defenders. Ecco perché “Un bel gancio destro” è un episodio riuscito e che conferma in pieno le aspettative abbastanza alte avute dopo il primo episodio. Al momento i difetti della serie sono abbastanza limitati e non inficiano per niente la qualità della serie che al momento è molto alta. In sostanza, quindi, questi primi due episodi hanno impostato il percorso della serie, e siccome le basi poste sono molto solide The Defenders può costruire una serie sempre più accattivante e coinvolgente che possa soddisfare pienamente lo spettatore.

Precedente Stranger Things 2 - Fanmade teaser Successivo La serata TGIT originale sta per tornare su ABC

Lascia un commento

*